Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'Hotel President, dai fasti di un tempo a bomba ecologica pronta ad 'esplodere'. E nessuno prende provvedimenti

A Foggia, in viale degli Aviatori, la bomba ecologica a ridosso di una struttura sanitaria privata.

 

Sembra passato un secolo dai fasti dell'hotel President di viale degli Aviatori. Sono trascorsi invece venticinque anni da quando si è trasformata in una struttura fatiscente, dormitorio per stranieri e senza tetto. Una volta dentro ci si imbatte in una quantità enorme di immondizia, escrementi e ratti.

Tutto questo a qualche centinaio di metri dall'aeroporto che tra qualche mese dovrebbe finalmente avere una pista tutta nuova e a ridosso della struttura sanitaria San Francesco Hospital.

Almeno una volta all'anno, in estate, l'immondizia prende fuoco provocando un danno ambientale alla città di Foggia. 

La proprietà della struttura sanitaria, da circa 5 anni, interpella le autorità per mettere fine a quello scempio. Chi sarebbe stato chiamato in causa avrebbe negato la propria responsabilità e finanche la proprietà della struttura. La società non sarebbe nelle disponibilità economiche per affrontare tale spesa.

In un incontro con il prefetto Grassi, nel 2019, riuscirono a strappare la promessa di far intervenire il Comune, nella persona del sindaco, quale massima autorità sanitaria della città; ma per bonificare quella zona sarebbero necessari milioni di euro che Foggia non avrebbe.

Ed è così che tutto ritorna al punto di partenza. Gioacchino Rosa Rosa, responsabile della comunicazione del Gruppo Telesforo, a Foggiatoday conferma le sollecitazioni che si susseguono dal 2016: "La Intur, la società in liquidazione, non ha i mezzi per poter poi restituire la somma anticipata dal Comune di Foggia per la bonifica"

La struttura è ancora lì, nel frattempo la clinica privata ne ha costruita una nuova ancora più vicina all'ex hotel. Al momento sembrerebbe che nessuno possa o voglia prendere provvedimenti. "Non possiamo sperare che qualsiasi cosa venga fatta, è un problema che puà esplodere e se esplode coinvolge non solo noi ma tutta la città"

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento