"Ho capito che lottavo contro qualcosa di terribile". Esce dopo 50 giorni di inferno: "Grazie a voi angeli ce l'ho fatta"

La testimonianza di una donna positiva al Coronavirus. Ricoverata nel reparto di Malattie Infettive del Policlinico di Foggia, guarisce e torna a casa dopo 50 giorni

L'uscita dal reparto tra gli applausi

Con un post su Facebook una delle pazienti guarite dall'infezione da Covid-19, dimessa e tornata a casa ieri "finalmente", racconta la sua esprienza nel reparto Malattie infettive del Policlinico Riuniti di Foggia. 

Durante i giorni di febbre alta ero consapevole di stare lottando contro qualcosa di terribile; proprio quando credevo che il peggio fosse passato quel "qualcosa" ha iniziato a togliermi l'aria ed ho sentito la vita scivolarmi via

Per fortuna l'abbiamo capito in tempo e siamo corsi da loro, dagli "angeli", non quelli in cielo ma gli "angeli" del reparto malattie Infettive Covid del Policlinico Riuniti di Foggia.

Non finirò mai di ringraziare tutto il personale sanitario: medici, infermieri. oss che con grande professionalità e dedizione mi hanno (così come a tanti altri) tirata fuori da un tunnel.

Con grande umanità mi hanno supportata e confortata nei momenti di fragilità, perché restare "isolati" per 50 giorni non è facile.

Ho imparato a riconoscerli dagli occhi, l'unica parte visibile quando entravano tutti bardati, in quegli occhi inizialmente vedevo tanto timore: mettono a rischio la propria vita per salvare la nostra; poi tanto coraggio, forza, entusiasmo, affetto...quell'affetto che, come una grande famiglia, mi hanno donato fino al ritorno a quello della mia.

Sarò sempre grata e riconoscente a tutti loro e a tutte le persone care che, fuori da quel reparto, mi sono state vicine con messaggi, telefonate e con la preghiera.

Grazie, infinitamente grazie a tutti!

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolge e uccide 35enne, scappa ma telecamere e frammenti lo incastrano: arrestato per omicidio stradale

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • "Mamma come l'ho combinato". Tutte le vittime della violenta 'Società Foggiana': "Qui le estorsioni devi pagarle a noi"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Finisce in carcere l'uomo che ha investito e ucciso Vincenzo Maffeo. Aveva portato a riparare il mezzo da un carrozziere

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

Torna su
FoggiaToday è in caricamento