Carapelle: nascono le guardie comunali ambientali, volontari del GNA

Il 16 giugno presso la sala consiliare del Comune c'è stato il giuramento dei volontari di fronte al Sindaco e alla cittadinanza. Potranno espletare attività di repressione per ciò che concerne i reati ambientali

In un territorio piccolo e ristretto del Sud Italia capita spesso che alcuni aspetti vengano trascurati per mancanza di fondi o di personale; per colmare questi vuoti è utile la presenza di attività di volontariato. Meritevole di attenzione è stata la cerimonia che si è tenuta giovedì 16 giugno presso la Sala Consiliare del Comune di Carapelle durante la quale alcuni volontari, consapevoli e forti della loro scelta, hanno prestato giuramento davanti al Sindaco Prof. Alfonso Maria Palomba.

I volontari sono stati riconosciuti come guardie comunali ambientali che avranno il compito di tutelare il territorio, già danneggiato dall’incuria dell’uomo,  insensibile sulle tematiche ambientali. Alla cerimonia, oltre alle istituzioni e alle associazioni quali “Voce nostra” di Carapelle, A.N.P.A.N.A. di Cerignola e Radio Club Herdonia di Ordona, c’erano il Dirigente Provinciale Foggia Roberta Eliana Maccione, il Dirigente Generale Divisione Analisi Intelligence dott. Massimo Quadraccia, che hanno rappresentato la G.N.A. e il parroco della parrocchia San Giuseppe di Carapelle, Don Angelo Festa.

I volontari saranno “guardie di cambiamento” e da subito saranno presenti per in-formare il cittadino e attuare campagne di prevenzione e di sensibilizzazione per la difesa della natura e degli animali. Inoltre, in collaborazione e in coordinazione con il comando della Polizia Municipale e con la stazione dei Carabinieri di Carapelle, le guardie saranno impegnate in attività di supporto alle forze dell’ordine. Con la loro qualifica di polizia giudiziaria, ricevuta del primo cittadino, gli agenti potranno espletare attività di repressione per ciò che concerne i reati ambientali.

Infine i volontari collaboreranno con la già nota associazione di Protezione Civile “Doppia Vela 21”, guidata dal presidente Lorenzo Morra, che ha messo a disposizione i locali dell’associazione per permettere l’avvio delle attività. All’interno dell’associazione si è distinto anche l’operatore Luigi Tarantino che ha contributo facendo da mediatore tra le istituzioni e il volontariato. Durante la cerimonia, un particolare ringraziamento è stato rivolto al Dirigente Provinciale di settore Matteo Piarulli e all’assistente Giovanni Tudisco, entrambi residenti a Carapelle,  per la tenacia e la grinta dimostrata nella fase di preparazione della cerimonia e per l’impegno e la dedizione nel far conoscere alle autorità, la presenza di un’altra realtà che porterà al miglioramento del paese e della qualità della vita.

Con questa iniziativa ci si augura che i cittadini abbiano pieno rispetto e attenzione nei confronti dell’ambiente e di coloro che lo tutelano.

Cos’è la G.N.A.?

La Guardia Nazionale Ambientale è una Onlus nata a Terni nel 2001 con l’intento di salvaguardare l’ambiente e gli animali ad oggi è presente in quasi tutto il territorio nazionale. Nella provincia di Foggia conta ben 30 volontari dislocati nel territorio Dauno. Presente da oggi anche a Carapelle per maggiori  info e-mail:

foggia@guardianazionaleambientale.it
stampa.foggia@guardianazionaleambientale.it
www.guardianazionaleambientale.it


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Genitori furiosi con Emiliano, che li invita a non mandare i figli a scuola : "La Puglia non è una regione per bambini"

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • "Esco con gli amici" ma non fa più ritorno. Scomparso a 16 anni ma c'è chi tace per paura: "Noi non dimentichiamo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento