menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Rilasciavano patenti nautiche, ma la scuola non era autorizzata. Scatta il blitz, nei guai i titolari: rischiano multa fino a 15mila euro

I controlli dei militari della guardia costiera si sono concentrati presso sei scuole nautiche dislocate su tutto il territorio della provincia di Foggia e hanno permesso di accertare la presenza di una scuola nautica a San Severo che effettuava corsi per il rilascio della patente nautica pur essendo priva di autorizzazione

I militari della guardia costiera di Manfredonia, appartenenti al nucleo operativo di polizia ambientale della direzione marittima di Bari, hanno effettuato una serie di controlli finalizzati alla verifica del rispetto delle disposizioni del nuovo Codice della nautica da diporto con particolare riferimento alle incombenze amministrative a carico delle scuole nautiche e dei centri di formazione per la nautica.

L’attività di verifica sul territorio posta in essere dai militari della guardia costiera di Manfredonia segue, a distanza di qualche mese, quella effettuata dai colleghi della direzione marittima di Bari che, nel settembre dello scorso anno, avevano accertato e sanzionato una scuola nautica abusiva presente nel Comune di Manfredonia. Le scuole nautiche e i centri di formazione per la nautica hanno infatti l’obbligo, per esercitare le attività didattiche, di munirsi di apposita autorizzazione da parte delle Province.

I controlli dei militari si sono concentrati presso sei scuole nautiche dislocate su tutto il territorio della provincia di Foggia e hanno permesso di accertare la presenza di una scuola nautica a San Severo che, priva della prevista autorizzazione all’esercizio (la stessa risultava scaduta dal 2015), effettuava corsi per il rilascio della patente nautica.

In particolare, i militari hanno accertato come il predetto centro di formazione, nonostante non avesse le autorizzazioni previste e non avesse comunicato l’inizio dell’attività agli Enti preposti, pubblicizzava i propri corsi su diversi siti internet e piattaforme social raccogliendo tra l’altro numerose adesioni da parte di ignari aspiranti al conseguimento del titolo nautico.

Al titolare dell’attività abusiva è stato notificato un verbale amministrativo, ai sensi del Codice della nautica da diporto, con importi che prevedono una sanzione pecuniaria che da 5.000 a 15.000 euro. Le verifiche presso tali attività proseguiranno da parte della guardia costiera al fine di tutelare tanto i cittadini interessati al conseguimento della patente nautica quanto le strutture che effettuano tale attività nel rispetto delle regole previste.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La strega comanda color color...rosso!

Attualità

Il Governo reintroduce la zona gialla e riapre le attività all'aperto. Il premier Draghi: "Rischio ragionato su dati in miglioramento"

Attualità

Gestione dell'emergenza: la Puglia è ultima nella classifica di gradimento. Sui vaccini Emiliano "solleva Lopalco" e si affida a Lerario

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento