Cronaca

Giorgio Chinaglia è morto: gol contro il Foggia regalò scudetto alla Lazio

Per un periodo fu associato anche alla società rossonera dove fu coinvolto in vicende societarie. Infatti nel luglio del 2001 fu interrogato dalla procura di Roma nell'ambito dell'inchiesta sul Foggia

Muore in Florida Giorgio Chinaglia. L’ex attaccante della Lazio e della nazionale italiana, è morto all’età di 65 anni. Di recente era stato ricoverato per problemi cardiaci.

Un ottimo giocatore: un trascinatore, un bomber poderoso. Una bandiera dei biancoazzurri, con i quali nel 1974 conquistò lo scudetto proprio grazie ad un rigore trasformato contro il Foggia.

Il nome di Chinaglia per un periodo fu associato anche alla società rossonera dove fu coinvolto in vicende societarie. Infatti nel luglio del 2001 fu interrogato dalla procura di Roma nell'ambito dell'inchiesta sul Foggia per riciclaggio.

Nel 2006 era stato iscritto nel registro degli indagati con l'accusa di riciclaggio. Fu raggiunto un'ordinanza di custodia cautelare per estorsione ed aggiotaggio, nell'inchiesta sulle irregolarità nella scalata alla SS Lazio.  

Per lo stato italiano Giorgio Chinaglia era latitante. Ci lascia comunque un grande giocatore, famoso per quel "vaffa" a Valcareggi dopo una sostituzione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giorgio Chinaglia è morto: gol contro il Foggia regalò scudetto alla Lazio

FoggiaToday è in caricamento