Cronaca

Pass per disabili fotocopiati: è del Pdl il consigliere sotto accusa

La fotocopia del permesso già esposto sull'auto di Gianni De Rosa era stata trovata sul cruscotto dell'auto della moglie

Il consigliere comunale del Comune di Foggia al centro della polemica dei pass fotocopiati per diversamente abili, è Gianni De Rosa del Pdl. Sulle pagine del Corriere e de La Gazzetta del Mezzogiorno, De Rosa ha chiarito la sua posizione confermando l’accaduto, che risale al 2 novembre scorso, quando cioè gli ausiliari del traffico scoprirono che sul cruscotto dell’auto di sua moglie vi era lo stesso pass, ma fotocopiato, già presente su quella di sua proprietà.

Quel giorno l’esponente del Pdl, mostrando gli originali, avrebbe fatto mettere a verbale di essere in possesso di due contrassegni per disabili, uno per sua madre e l’altro per sua suocera, e di uno gratuito per residenti.

Aver esposto sul cruscotto dell’auto di sua moglie la fotocopia del pass originale già presente sulla sua auto, sarebbe stato frutto di un errore di distrazione (l'originale era nel vano porta oggetti). Fotocopia che sarebbe stata fatta  “ai fini di un ricorso all’autorità prefettizia per l’annullamento di un verbale”. La vicenda potrebbe finire in consiglio comunale. De Rosa consegnerà la documentazione al presidente del Consiglio comunale

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pass per disabili fotocopiati: è del Pdl il consigliere sotto accusa

FoggiaToday è in caricamento