rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Cronaca Peschici

Padre disperato, disposto l'affidamento congiunto ma non vede la figlia da due anni: "Confidiamo nella Procura"

Il caso di un uomo di Peschici, che si appresta a vivere un altro Natale senza poter vedere la figlia di 9 anni. L'avvocato Falcone: "Visto che la giustizia civile non dato frutto, confidiamo nell’attività della Procura"

Un altro Natale lontano dalla figlia. E’ quello che si appresta a vivere un cittadino di Peschici, separato dalla compagna, che da circa due anni non riesce a vedere la figlia di nove anni. L’uomo, infatti, è stato completamente escluso dalla vita della figlia al punto da non essere informato neppure se la bambina sta male o se si reca fuori regione. Il Tribunale di Foggia, pur avendo disposto l’affidamento congiunto della minore ad entrambi i genitori, non ha stabilito un calendario di visite a favore del padre, limitandosi ad incaricare i servizi sociali per il “riavvicinamento padre-figlia”. Mai nessun riavvicinamento, però, è avvenuto.

“Non è concepibile la decisione del Tribunale di Foggia, che si è limitato a delegare i servizi sociali, senza risolvere il problema”, spiega il l’avv. Giuseppe Falcone, legale del genitore. “Gli stessi servizi sociali sono stati incaricati per far riavvicinare il padre alla figlia, ma non è stato fatto assolutamente nulla. Non è giusto che un padre debba essere tale solo per versare il mantenimento. È paradossale la situazione del mio assistito. A questo punto, visto che la giustizia civile non dato alcun frutto, confidiamo nell’attività della Procura della Repubblica”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Padre disperato, disposto l'affidamento congiunto ma non vede la figlia da due anni: "Confidiamo nella Procura"

FoggiaToday è in caricamento