Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alcol di contrabbando sequestrato nel Foggiano, la Gdf lo dona a ospedali e protezione civile: diventerà un sanificante

Ceduti alla protezione civile di Milano, agli ‘Ospedali Riuniti’ di Foggia e all’Istituto zooprofilattico di Puglia e Basilicata oltre 22.500 litri di alcool etilico per la produzione in house di sanificanti che saranno messi a disposizione di laboratori clinici e strutture ospedaliere | IL VIDEO

 

L’alcol di contrabbando donato dalla guardia di finanza agli ospedali per ‘trasformarlo’ in prodotti sanificanti. Il comando provinciale di Foggia, su autorizzazione della procura dauna e con la collaborazione dell’agenzia delle dogane, ha ceduto alla protezione civile di Milano, agli ‘Ospedali Riuniti’ di Foggia e all’Istituto zooprofilattico sperimentale di Puglia e Basilicata, 22.500 litri di alcool etilico per la produzione in house di sanificanti che saranno messi a disposizione di laboratori clinici e strutture ospedaliere della città di Milano e della provincia di Foggia.

Si tratta di una seconda cessione di alcool etilico - la prima, di circa 10.000 litri di alcool, fu fatta ad aprile a favore dell’ospedale ‘Casa Sollievo della Sofferenz’a di San Giovanni Rotondo e della Asl di Foggia - che proviene dallo stesso maxi sequestro eseguito dai finanzieri della compagnia di Manfredonia nel febbraio scorso durante un’operazione di polizia a contrasto del traffico illecito di prodotti alcolici immessi in consumo nel territorio italiano senza assolvere le imposte dovute (Iva e accise).

Attesa la carenza sul mercato di alcool etilico e di prodotti a base alcolica per la sanificazione, che perdura dalle prime fasi dell’emergenza epidemiologica nazionale, è pervenuta al comando provinciale di Foggia, dalla protezione civile di Milano, dalla direzione farmaceutica degli Ospedali Riuniti di Foggia e dall’Izs di Puglia e Basilicata, la richiesta di potersi rifornire dell’alcool etilico in sequestro da destinare alla produzione di preparati galenici per la sanificazione degli ambienti ospedalieri e dei laboratori clinici degli enti richiedenti.

Per incontrare le esigenze rappresentate, sono stati avviati contatti dapprima con l’autorità giudiziaria, che ha dissequestrato il prodotto e disposto la sua cessione, poi con l’agenzia dogane e monopoli, investita per l’aspetto tributario, che ha rilasciato tre distinte autorizzazioni per il “trasferimento e successivo impiego di alcole etilico oggetto di sequestro giudiziario, per la produzione di soluzioni per la sanificazione degli ambienti ospedalieri” in esenzione di imposta, a beneficio dei seguenti enti, per le rispettive quantità: 19.500 litri alla protezione civile di Milano; 2.000 litri agli Ospedali Riuniti di Foggia e 1.000 litri all’Izs di Puglia e Basilicata.

I trasferimenti dell’alcool, dal luogo di giudiziale custodia sino agli Ospedali Riuniti di Foggia e ai laboratori dell’IZS di Puglia e Basilicata sono avvenuti sotto la scorta dei militari della Compagnia della Guardia di Finanza di Manfredonia. L’iniziativa riportata rappresenta l’ulteriore conferma di un’azione corale tra procura, agenzia delle dogane e guardia di finanza che ha permesso di sopperire all’attuale carenza di alcool sul mercato e di venire incontro alle esigenze di chi in questi mesi di emergenza sanitaria ha operato in prima linea nelle strutture sanitarie del Paese; strutture che nell’interesse dell’intera collettività devono essere messe nelle condizioni ideali per poter operare in piena sicurezza sanitaria.

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento