menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Militari si mimetizzano nella movida garganica: 10 locali multati, violate norme anticovid e personale senza mascherine

I controlli dei carabinieri della compagnia di Vico del Gargano ha garantitol'assenza di assembramenti pericolosi, problematiche legate a consumo di droga e alcol nei principali centro del Gargano. Elevate multe e sanzioni

Movida sicura: stop ad assembramenti pericolosi, droga e ubriachi molesti sul Gargano. Nei recenti fine settimana, infatti, in occasione della ripartenza della stagione turistica con in sottofondo l’emergenza Coronavirus ancora in atto, la compagnia carabinieri di Vico del Gargano ha svolto un ampio servizio di controllo del territorio finalizzato ad assicurare ai turisti e alla comunità garganica di vivere il periodo in tranquillità e sicurezza.

I carabinieri, quindi, per tutelare la sicurezza sanitaria e far si che i frequentatori della zona avessero la possibilità di muoversi tranquillamente negli straordinari luoghi del Gargano, hanno posto particolare attenzione alla movida estiva, luoghi di aggregazione in cui il divertimento e la voglia di stare insieme, può portare a una minor prevenzione al Coronavirus. Per richiamare l’attenzione sulle norme anti coronavirus, alla mezzanotte dei week end, i carabinieri hanno svolto nei centri storici, controlli mirati a piazze e vicoli dove, per la presenza di locali pubblici, si concentrano le persone e si snoda la movida.

I locali delle zone turistiche di Peschici, Rodi Garganico, Isole Tremiti, Ischitella, Carpino, Vico del Gargano e Cagnano Varano sono stati obiettivo di un monitoraggio flash dei carabinieri della compagnia di Vico del Gargano. In tutti i locali attraverso l’osservazione ‘mimetizzata’ dei militari in abiti civili, è stato verificato preventivamente, a vista, il rispetto delle norme anticovid, in attesa della preparazione dell’intervento dei carabinieri in divisa: 10 i locali sanzionati per inosservanza della vigente ordinanza regionale e del decreto legge governativo, per cui è previsto il pagamento di 280 euro entro 5 giorni e la misura accessoria della chiusura sino a 30 giorni. Le principali violazioni: mancanza di mascherine del personale dei locali, inadeguatezza della segnaletica e dei prodotti igienizzanti e scarsa organizzazione della distanza tra i clienti.

Nell’ambito dei blitz, l’azione ha consentito anche di contrastare il fenomeno dello spaccio e dell’uso di stupefacenti nonché l’abuso di sostanze alcoliche, che poi provocano comportamenti incontrollati e pericolosi, specie dove c’è un’elevata concentrazione di persone: 3 i segnalati alla prefettura per uso personale di droga trovati in possesso di dosi di marijuana ed eroina e un denunciato per ubriachezza molesta. Uno degli assuntori, con gravi precedenti penali e proveniente da un lontano paese della provincia di Foggia è stato proposto per l’emissione del foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno a Vico del Gargano.

Intensa la vigilanza per prevenire gli incidenti stradali e accertare il rispetto delle primarie norme del codice della strada ‘salvavita’ (uso cinture e seggiolini di sicurezza, velocità, utilizzo del cellulare alla guida, guida sotto l’influenza di alcol e stupefacenti). 95 le principali contravvenzioni al codice della strada elevate con conseguente detrazione di punti, riguardanti in particolare l’utilizzo delle cinture di sicurezza, del cellulare, il mancato utilizzo dei seggiolini per bambini e la velocità non commisurata alle condizioni della strada.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Proprietà e benefici delle fave

Attualità

O la si salva o la si uccide

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento