Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca Camporeale / Via Napoli

Furto alla Facoltà di Medicina, rubati altri 5 videoproiettori

Il 26 novembre i ladri portarono via altri 9 proiettori e le lezioni furono sospese. Quattro dei cinque sono arrivati qualche giorno fa in via Napoli. Di Biase:"Non possiamo bandire una gara ogni 15 giorni"

Questa volta non c'è solo il danno economico. Ma la beffa e la rabbia. Perché le lezioni alla Facoltà di Medicina dell'Università di Foggia erano riprese da poco. Con nuovi videoproiettori, acquistati grazie ad una gara bandita in tutta fretta per evitare ulteriori problemi al percorso didattico dei futuri medici che frequentano la sede di via Napoli dell'ateneo dauno.

Gli stessi che, a causa del furto di ben 9 videoproiettori consumatosi lo scorso 26 novembre, si erano visti costretti a starsene a casa a causa della conseguente decisione della presidenza di sospendere i corsi per l'impossibilità, senza proiettori, di proseguire con le lezioni.

La perdita fu stimata in oltre 10mila euro. Ma ad indignare fu soprattutto l'atto in sé, che il preside della facoltà, il professor Matteo Di Biase, non esitò a definire "ignobile perché viola – dichiarò - un luogo di cultura".

Ma per ladri e vandali la cultura, si sa, è concetto sconosciuto, fumoso, lontano anni luce dalla loro forma mentis. Ed ecco che non si è fatto in tempo ad archiviare quel triste episodio che la replica è stata servita. La scorsa notte, infatti, i malviventi, dopo essersi introdotti nella sede dell'ex istituto Rosati dov'è sistemata alla meno peggio la facoltà di Medicina, hanno rubato altri cinque di videoproiettori.

Quattro i nuovi di zecca, arrivati solo qualche giorno fa. Sconfortato il professor Di Biase: "è evidente – dice - che si dovrà lavorare a misure di sicurezza. Non possiamo, ogni 15 giorni, bandire una gara per acquistare videoproiettori che verranno sistematicamente rubati".

Il timore è che l'istituto resti nel mirino dei ladri per molto tempo. Più "fortunata" fu la facoltà di Archeologia: il laboratorio di Via Arpi fu colpito "solo" una volta. Un generatore di elettricità, acquistato poche settimane prima, e una serie di reperti archeologici il bottino.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto alla Facoltà di Medicina, rubati altri 5 videoproiettori

FoggiaToday è in caricamento