Cronaca Viale degli Aviatori

Espone opere d’arte alla Mongolfiera, ma gli rubano scultura in marmo

E' accaduto il 10 febbraio a Giovanni Salcito, artista di Lucera che partecipava all'estemporanea "Coloriamo il Carnevale

Ora a Foggia è difficile anche fare e promuovere l’arte. Il 10 febbraio, tra le 16.00 e le 17.30, ignoti hanno portato via una scultura in marmo di Giovanni Salcito, artista di Lucera che partecipava all’estemporanea “Coloriamo il Carnevale” organizzata dall’associazione culturale “Piccole Arti” del capoluogo dauno. Della serie: “Ruba l’arte e mettila da parte”.

Salcito ha sporto denuncia di furto ai carabinieri, ma finora del malvivente non ci sono tracce, che però potrebbe essere stato immortalato dalle telecamere del sistema di videosorveglianza del centro commerciale. Un furto misterioso avvenuto in un’ora di punta, che rende bene l’idea di come oggi nel capoluogo dauno sia difficile persino esporre le proprie opere d’arte senza che nessuno le tocchi o le porti via.

“E’ impensabile – afferma lo scultore – che nessuno si sia accorto di nulla e che una scultura così pesante, sia passata inosservata eludendo persino i controlli della security”. Nato a Lucera, ma vissuto al Nord per parecchi anni, Giovanni Salcito è ritornato in Capitanata da pochi anni, dove, dice: “La situazione è peggiorata  perché c'è gente  che ha paura di parlare, nessuno vede  niente, si copre chi ruba, chi delinque e chi minaccia”.

La scultura rubata faceva parte de “Le fasi della vita”, frutto di un lavoro cominciato 30 anni fa e ripreso nel 2012, proprio in occasione di un’esposizione alla Mongolfiera di Foggia, per completare la parte finale dell’opera. Purtroppo, adesso, sappiamo com’è andata a finire

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Espone opere d’arte alla Mongolfiera, ma gli rubano scultura in marmo

FoggiaToday è in caricamento