Furto a San Severo: il proprietario è al mare e il ladro balla

Mentre i proprietari erano al mare una banda di ladri ha tentato di irrompere nell'appartamento ma è stata beccata da un agente in borghese. Arrestato uno su cinque

Hanno approfittato dell’assenza dei proprietari, assentatisi per trascorrere qualche ora al mare, come comunemente avviene in questo periodo, per svaligiare un appartamento al centro di San Severo, ma grazie all’intervento dei carabinieri i loro piani sono andati in fumo.

E’ quanto avvenuto nel primo pomeriggio di sabato, quando i carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di San Severo hanno tratto in arresto in flagranza per furto aggravato un sedicenne già noto alle Forze dell’Ordine, dopo che assieme ad altri complici ha svaligiato un appartamento in via Don Aldo Prato.

Il minore era stato notato da un carabiniere libero dal servizio che passava in zona,mentre assieme ad un altro complice usciva dalla finestra di un appartamento al primo piano, discendendo con agilità dalla grondaia, mentre altri tre “pali” sostavano poco più avanti a bordo di due scooter.

Sul posto il militare dell’Arma, opportunamente defilatosi per non essere visto, forniva alla “gazzella” di turno le indicazioni per giungere sul posto senza essere notata. Difatti, grazie alla collaborazione del collega in borghese, l’auto del “pronto intervento” dell’Arma è giunta sul posto in pochissimi minuti, sorprendendo i ladri proprio mentre stavano andando via. Alla vista dei militari i cinque “topi d’appartamento” abbandonavano immediatamente gli scooter, fuggendo a piedi in direzioni diverse,ma dopo un breve inseguimento a piedi, i carabinieri sono riusciti a bloccare proprio il minore che era stato materialmente notato scendere dalla grondaia del fabbricato assieme all’altro complice .

Addosso al giovane i militari dell’Arma hanno trovato la refurtiva appena trafugata (diversi monili, gioielli e pezzi di bigiotteria),nonché alcuni strumenti da effrazione utilizzati per penetrare negli appartamenti e scassinare porte e finestre. La refurtiva recuperata è stata restituita dai carabinieri agli ignari proprietari
dell’appartamento svaligiato (che erano ancora al mare). Gli scooter recuperati e gli strumenti da scasso sono stati posti sotto sequestro, saranno utili alle indagini che continuano a ritmo serrato con il fine di identificare il resto della banda di giovani ladri, che dovrebbero avere le ore contate. Per il minore arrestato si sono invece aperte le porte dell’istituto “Fornelli” di Bari ove trascorrerà il Ferragosto in attesa del processo “per direttissima”.

Potrebbe interessarti

  • A spasso nel Gargano e quella torre che si affaccia sul mare cristallino tra i laghi di Lesina e Varano

  • Come allontanare api, vespe e calabroni: alcuni rimedi naturali

  • Gargano da amare: dai faraglioni di Mattinata al castello di Manfredonia, dalla Basilica di Siponto alla grotta di San Michele

  • Gli usi del bicarbonato di sodio che ancora non conosci

I più letti della settimana

  • Tragedia sulla Statale 16, terribile scontro tra Lesina e San Severo: un morto e un 24enne trasportato in ospedale

  • Voleva togliersi la vita, Roberta lo ha salvato e poi il blackout: così Francesco l'ha uccisa a mani nude

  • Ultim'ora | Vento forte, grandine e fulmini sul Gargano: il maltempo minaccia l'estate in Capitanata

  • San Severo sotto shock piange Roberta Perillo: "È in un altro mondo, dove esiste amore autentico"

  • Ultim'ora | Omicidio a San Severo, giallo in via Rodi: uccisa una donna

  • "Non l'ho uccisa perché voleva lasciarmi", ma Roberta non c'è più. La denuncia sui social: "Le amiche sapevano, nessuno l'ha ascoltata"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento