Polizia scopre giro di auto rubate nel barese e cannibalizzate a Cerignola: quattro arresti

Oltre 20 i veicoli rubati per un valore diretto dell’attività criminale stimato in oltre 100mila euro. In manette quattro pregiudicati di Bitonto

Alle prime ore dell’alba di ieri, la Polizia di Stato ha dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal Gip del Tribunale di Bari, nei confronti di 4 uomini, tutti pregiudicati, responsabili dei reati di furto e ricettazione di veicoli.

Le misure, due in carcere e due agli arresti domiciliari, sono il risultato di laboriose indagini svolte da personale dell’unità di polizia giudiziaria della Sottosezione Polizia Stradale di Bari Sud, in collaborazione con la Sottosezione della Polizia Stradale di Trani, sotto il coordinamento della squadra di polizia giudiziaria del Compartimento Polizia Stradale di Bari, quest’ultimo diretto dal Dirigente Superiore della Polizia di Stato dr. A. SPINELLO.

Le indagini sono iniziate lo scorso aprile, a seguito del costante monitoraggio del fenomeno dei furti di veicoli, che affligge il territorio pugliese. Gli investigatori, grazie all’ausilio di presidi tecnici, hanno riscontrato che i veicoli, prettamente di marca Ford e Volkswagen, una volta rubati con la tecnica della sostituzione delle centraline elettroniche (per consentirne l’avviamento forzato), percorrendo anche l’autostrada,  venivano trasferiti, debitamente scortati da altri appartenenti al gruppo criminale aventi il compito di staffetta/vedetta, e occultati all’interno di un autoparco/demolizione ubicato nel comune di Cerignola e gestito da un noto pluripregiudicato del posto. A quel punto i veicoli venivano sezionati e cannibalizzati, per poi poter vendere i pezzi nel mercato ‘parallelo’.

Oltre 20 i veicoli rubati per un valore diretto dell’attività criminale stimato in oltre 100mila euro. Il Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Bari, dr.ssa Grazia ERREDE, condividendo l’operato svolto dagli inquirenti della Polstrada di Bari, sulla base degli elementi raccolti univocamente diretti a determinare le responsabilità penali degli indagati (venivano complessivamente segnalate 11 persone, a vario titolo, per concorso nel furto e nella ricettazione), ha richiesto ed ottenuto dal G.i.p. in seno al tribunale di Bari 4 ordinanze di custodia cautelare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • La Puglia verso la zona arancione

  • Addio a Padre Marciano Morra: per 20 anni fu amico e confratello di Padre Pio

  • Orrore nelle campagne di Cagnano, lupo trovato impiccato a un albero

  • Otto minuti di follia: inseguimento da film tra auto e pedoni, l'incidente contro un muro e la cattura dei due fuggitivi

Torna su
FoggiaToday è in caricamento