150 abiti da sposa rubati in viale Fortore: il furto nel nuovo showroom di Natola

Il colpo è stato compiuto la scorsa notte in viale Fortore 21, nuova sede dell’attività commerciale di Armando Natola. “C’è poca economia ed è difficile ripartire da zero”

Dal sito di 'Ore Liete'

Il 31 ottobre sarebbe stata inaugurata la nuova sede di ‘Ore liete spose’ in viale Fortore, ma la scorsa notte – nell’intervallo temporale tra le 2 e le 7 – ignoti hanno ripulito il magazzino della nota attività commerciale di Armando Natola, asportando circa 150 abiti da sposa esclusivi, inferendo così un duro colpo che ammonterebbe – secondo una primissima ufficiosa stima – a circa 400mila euro.

Dopo 50 anni passati sul viale della Stazione, i Natola – che negli anni hanno esteso il loro bacino d’utenza all’intera regione Puglia, fino al Molise – il 22 ottobre scorso si sono trasferiti in viale Fortore, dove alla vigilia della ricorrenza dei morti era prevista l’inaugurazione dello showroom. Tutto bene fino a quando i malviventi, almeno quattro secondo la ricostruzione dei carabinieri – hanno fatto irruzione nei nuovi locali aprendo un portone blindato con chiavi adulterine e trasportato i capi attraverso una finestra.

Unico indizio trovato dai militari dell’arma, un paio di guanti lasciati sul luogo del furto. Nel frattempo i carabinieri starebbero visionando le immagini degli impianti di videosorveglianza delle attività della zona. Pur non essendoci un mercato illegale di abiti da sposa, sembrerebbe che ad agire – forse anche su commissione – siano stati individui esperti e per nulla sprovveduti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Contattato da FoggiaToday, Natola è quasi certo – data l’esclusività e la rarità dei capi – che non verranno piazzati a Foggia, in provincia e nel barese. “Forse all’estero”. Presto – fa sapere – sul sito on line verrà allestita una categoria con le foto di tutti gli abiti rubati. Dispiaciuto dell’accaduto il titolare ha confessato: “C’è poca economia ed è difficile ripartire da zero”. Sul furto aggiunge: “Questo è il mondo, non è solo Foggia”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • La 'Società Foggiana' messa spalle al muro: 16 arresti. Duro colpo al narcotraffico della rete criminale del 'Primitivo'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento