rotate-mobile
Cronaca Stadio / Via M. Grazia Barone

Motoretta rubata, disabile bloccata: Catalano: “Indignata”. AQV: “Offesa profonda”

Le vicepresidentesse delle associazioni LUMI e Qualità della Vita commentano l’accaduto e si rendono disponibili a partecipare alla raccolta fondi

Carmela Catalano e Susanna Errico, rispettivamente vicepresidentesse delle associazioni LUMI, con delega alle diverse abilità, e Qualità della Vita, quest’ultima associazione capofila di ‘Capitanata evviva’, commentano il furto della motoretta subito da una donna disabile, rendendosi altresì disponibili a partecipare alla raccolta fondi, quale “unico segno – concreto e reale - di una solidarietà vera e di una vicinanza sincera”.

Così Carmela Catalano, vicepresidente dell’associazione LUMI con delega diversa abilità, nonché volontaria de ‘Le ragioni del cuore’: “Sono indignata perché si è colpita una persona assolutamente bisognosa. La motoretta rubata garantiva ad una donna sola e con diversa abilità, l’opportunità di uscire di casa, fare la spesa, incontrare parenti e amici. Il furto della motoretta è stato uno schiaffo a questa signora, uno schiaffo che la spinta nella solitudine delle mura di casa. Per questa signora ora si apre un lungo periodo, in attesa che l’Azienda Sanitaria le fornisca un nuovo mezzo. Ci auguriamo che l’attesa sia breve. Nel frattempo propongo che la nostra solidarietà si trasformi in atti concreti, aiutando la vittima del furto nelle faccende quotidiane a cui – senza motoretta – non potrà dedicarsi”.

Sull’episodio è intervenuta anche Susanna Errico, vicepresidente dell’associazione Qualità della Vita, capofila della rete di associazioni ‘Capitanata Evviva’. “Per il mondo dell’associazionismo e del volontariato il furto della moto carrozzella non è solo un fatto di cronaca, ma un’offesa profonda ad una città che ha tra i suoi valori più profondi quelli della civiltà e della solidarietà. Gli autori del furto non hanno solo rubato una motoretta elettrica, ma hanno rubato alla vittima anche la libertà faticosamente acquistata. Mi domando che fine ha fatto o farà questa motoretta. È stato un gesto vandalico, senza senso, o è un furto su commissione? Mi auguro che non si tratti di una guerra tra poveri”

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Motoretta rubata, disabile bloccata: Catalano: “Indignata”. AQV: “Offesa profonda”

FoggiaToday è in caricamento