Furto a Monte Sant'Angelo: ladri svaligiano e danneggiano sede di Legambiente e FestambienteSud

Furto nella sede di Legambiente e FestambienteSud di Monte Sant'Angelo: " Ci chiediamo solo cosa spinga delle persone a violare un luogo in cui si produce cultura

Il furto, foto da FB


"Stamane una banda di sconosciuti ha scassinato le porte ed è penetrata nella sede di Legambiente e FestambienteSud nel centro storico di Monte Sant’Angelo".

Questo il comnento apparso poco prima delle 15 sulla pagina Facebook delle associazioni: "Questi individui hanno devastato quello che potevano e sottratto degli oggetti che noi utilizziamo per l’organizzazione delle nostre attività. Sul posto sono intervenuti gli agenti della locale stazione della Carabinieri, che stanno conducendo le indagini e che ringraziamo. Crediamo sia superfluo sottolineare la gravità di questo gesto, che si commenta da solo. Ci chiediamo solo cosa spinga delle persone a violare un luogo in cui si produce cultura. Questa è la sede operativa di tutte le attività ideate e organizzate dal circolo: FestambienteSud, Festambiente Filosofia, FestambienteSud della Francigena, Teatro Civile Festival, il Festival della Calce Viva, delle campagne di volontariato ambientale e delle nostre attività vertenziali. L’episodio non ci scoraggia. Al contrario, ci motiva a fare di più e meglio!

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Forza Italia condanna "questo vile e disgustoso atto di violenza che non ha colpito solo il circolo di Legambiente ma tutta la Monte Sant'Angelo perbene. Monte non dovrà mai piegarsi alla violenza, alla illegalità e ai soprusi. I montanari perbene hanno l'obbligo di condannare ogni forma di violenza. Forza Italia confida nella collaborazione di chi, eventualmente, ha visto, perché il silenzio è complicità: solo così le Forze dell'Ordine potranno avere ulteriore forza nell'individuare i colpevoli di ogni atto delinquenziale per assicurarli alla Giustizia"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento