rotate-mobile
Cronaca Carmine Nuovo / Viale Primo Maggio

Imputato derubato prima di un'udienza: avvocati si mobilitano e riescono a intercettare il maltolto

E’ successo ieri mattina, a Foggia, dove un uomo - chiamato a comparire in aula per l’udienza preliminare di un procedimento a suo carico - è stato derubato dei suoi averi, in un bagno di servizio di una attività commerciale cittadina

Avvocati si mobilitano per aiutare un imputato derubato poco prima di entrare in aula. E’ successo ieri mattina, a Foggia, dove un uomo - chiamato a comparire dinanzi al giudice per l’udienza preliminare di un procedimento a suo carico - è stato derubato dei suoi averi, in un bagno di servizio di una attività commerciale cittadina.

Una tappa ‘obbligata’ e non prevista dall’imputato, costretto a comprare in tutta fretta un paio di pantaloni per poter accedere alle aule di giustizia (il codice comportamentale recentemente introdotto nel presidio di viale Primo Maggio, infatti, vieta, tra le altre cose, di entrare in Tribunale in pantaloncini o bermuda).

Così, mentre l’uomo si stava cambiando nel bagno dell’esercizio commerciale, qualcuno - approfittando di un suo momento di distrazione - gli ha sottratto l’Iphone e il portafogli, contenente oltre al denaro contante la carta del postamat, ingenuamente corredata del codice pin.

Immediata l’attivazione dei legali dell’uomo, l’avvocato Giovanni Maggiano e il collega (in attesa di giuramento) Raffaele Ventrella. A margine dell’udienza, infatti, i legali si sono attivati in tutti modi per aiutare il loro assistito, cercando di bloccare le carte e la sim del cellulare; in loro aiuto sono intervenuti altri due colleghi - gli avvocati Giuseppe Paparella e Sergio De Cosmo - che, tramite un’app, sono riusciti ad agganciare, il segnale del cellulare derubato, riuscendo a seguire a distanza i movimenti del malfattore.

Quest’ultimo si stava spostando verso un vicino ufficio postale, verosimilmente con l’intento di prelevare il denaro contenente nel conto postale. Le continue notifiche sullo smartphone e l’arrivo della polizia, nel frattempo allertata, ha costretto il malfattore a cambiare i suoi piani: arraffato in tutta fretta il denaro (poche decine di euro) presente nel portamonete, lo stesso ha abbandonato il resto della refurtiva in una cassetta postale e si allontanato facendo perdere le sue tracce.

Il tutto è durato una manciata di ore: intorno alle 13, l’imputato ha potuto tirare un sospiro di sollievo nel sapere che nessun prelievo ‘anomalo’ era stato effettuato dal suo conto. E questo solo grazie alla tempestiva e partecipe attivazione degli avvocati intervenuti, che sono andati oltre il loro ruolo, nell’ottica di una mutua collaborazione.

"E' stata una mattinata concitata e intensa, perchè avevamo capito la difficoltà della vittima", racconta Ventrella, che si è abilitato alla professione forense appena pochi giorni fa. "Ma siamo felici di sapere che tutto si è concluso per il meglio e che il nostro aiuto è stato determinante per il buon esito della vicenda", commenta. L’accaduto è ora all’attenzione della polizia, che dovrà risalire all’identità del ladro. Un aiuto concreto potrà venire dalla visione delle telecamere di videosorveglianza dell’istituto postale. 

In merito alla vicenda, l'avvocato Maggiano, e per il suo tramite l'intero studio, si è rivolto al procuratore capo di Foggia, Ludovico Vaccaro per "esprimere a tutti i componenti del Corpo di Polizia Giudiziaria, il più vivo compiacimento e profonda gratitudine per lo straordinario lavoro svolto, atto a recuperare in toto il portafoglio e il telefono cellulare di un mio assistito, quest'ultimo derubato in Foggia presso il bagno di servizio di un'attività commerciale. In tale spiacevole situazione - si legge nella breve nota - è stata apprezzata la professionalità, la competenza, la tempestività e l'impegno profuso, ma anche un grande rispetto umano verso i cittadini. Non si può non tener conto peraltro, che l'atto compiuto, con responsabilità e sensibilità, operato con estrema celerità, è da considerarsi ancor più esemplare e degno di menzione per il valore civico che assume", conclude.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imputato derubato prima di un'udienza: avvocati si mobilitano e riescono a intercettare il maltolto

FoggiaToday è in caricamento