Foggia, distributori di snack vandalizzati al Liceo Volta: è il terzo caso in due mesi

Sull'accaduto sono in corso ulteriori indagini e accertamenti, anche se prende sempre più corpo l'ipotesi dell'azione solitaria di un singolo studente, rispetto a quella di un raid vandalico più partecipato

Il distributore vandalizzato

Non c’è due senza tre. I distributori automatici di bevande e snack posizionati al piano terra del liceo scientifico “Alessandro Volta” di Foggia sono stati nuovamente vandalizzati. Distrutti per ricavarne pochi spiccioli, poche decine di euro e nulla più.

L’ultimo episodio è stato registrato la scorsa notte, poco dopo l’una. Sul posto, i carabinieri di Foggia e gli uomini dell’Istituto di vigilanza “Casalino” che hanno seguito anche gli ultimi due episodi analoghi. Il primo risale al 24 maggio scorso, il secondo due settimane dopo: prese di mira sempre le solite due macchinette, verosimilmente dalla stessa persona. Chi ha agito, infatti, conosce bene l’organizzazione dell’istituto scolastico, entra dalla porta d’ingresso della scuola e sa come muoversi per evitare telecamere e sensori del sistema dall’allarme. Sull’accaduto sono in corso ulteriori indagini e accertamenti, anche se prende sempre più corpo l’ipotesi dell’azione solitaria di un singolo studente, rispetto a quella di un raid vandalico più partecipato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Genitori furiosi con Emiliano, che li invita a non mandare i figli a scuola : "La Puglia non è una regione per bambini"

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • "Esco con gli amici" ma non fa più ritorno. Scomparso a 16 anni ma c'è chi tace per paura: "Noi non dimentichiamo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento