Furti al Centro diurno per minori di San Severo, rubati generi di prima necessità: "Vergogna!"

La denuncia dell'amministrazione comunale: "I furti subiti stanno condizionando pesantemente l’attività". Nei 'raid' è stato portato via di tutto: generi di prima necessità, materiale ludico, didattico ed educativo

Immagine di repertorio

"Nei giorni scorsi il Centro Diurno per minori del Comune di San Severo di via Ponchielli intitolato a Peppino Impastato ha subito furti che ora ne stanno condizionando pesantemente l’attività". E’ quanto diffondono pubblicamente il sindaco Francesco Miglio e l’assessore alle Politiche Sociali  Simona Venditti, che hanno seguito sin da subito da vicino la triste vicenda.

"E’ giusto rimarcare che gli operatori del Centro hanno sporto immediatamente denuncia alle Forze di Polizia per gesti di vandalismo che sono senza precedenti nella città, peraltro perpetrati ai danni di minori che hanno particolari necessità e bisogni". 

Nei 'raid' è stato portato via di tutto: generi di assoluta prima necessità per il Centro, come materiale ludico, didattico ed educativo presente nella sede di via Ponchielli. "La Civica Amministrazione Comunale di San Severo esprime sdegno e disappunto per quanto accaduto, unitamente all’incredulità del verificarsi di simili atti che danneggiano quanti hanno più bisogno e sono meno fortunati".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale nel Foggiano: marito e moglie perdono la vita in un terribile impatto sulla Sp 141

  • Macabra scoperta nel Foggiano: recuperato un corpo carbonizzato dentro un'auto, vittima di un incidente stradale

  • Arrestati Angelo e Napoleone Cera: sono accusati di concussione

  • Coro ai diffidati e 'Quarta Mafia', Pio e Amedeo sbottano: "Ci siamo rotti le palle della facilità di giudizio sulla nostra terra"

  • Ha una crisi e distrugge casa, sedato e portato in ospedale muore poco dopo: è giallo sulle cause del decesso

  • Maxi furto nel caveau dell'Unicredit a Foggia: svaligiate 300 cassette di sicurezze ma non ci sarà nessun colpevole

Torna su
FoggiaToday è in caricamento