Furti di cavi Telecom in via San Severo, sequestrati 300 kg di fili telefonici

La Capitanata è la prima zona in Italia per furti di cavi da cui viene recuperato il rame. Dal 2009 ad oggi in provincia di Foggia sono stati rubati oltre 800 chilometri di linea elettrica

Ancora un furto di cavi della Telecom su via San Severo, alla periferia di Foggia. Questa mattina Polizia e Vigili del Fuoco sono intervenuti per una segnalazione di un incendio. Quindi, in un piccolo casolare abbandonato, hanno rinvenuto  300 chilogrammi di fili telefonici che qualcuno stava bruciando per ricavare rame.

Al momento dell’arrivo delle pattuglie, però, i ladri erano già fuggiti. Nei giorni scorsi le linee telefoniche di via San Severo erano state nuovamente depredate dai ladri: ieri i tecnici della Telecom sono intervenuti per risistemare la linea. Mentre la scorsa notte i ladri sono tornati in azione depredando ancora la linea Telecom che serve la zona di via San Severo.

La Capitanata è la prima zona in Italia per furti di cavi da cui viene recuperato il rame. Dal 2009 ad oggi in provincia di Foggia sono stati rubati oltre 800 chilometri di linea elettrica. Un’attività gestita da organizzazioni criminali, soprattutto straniere, che rubano i cavi per recuperare il rame, venduto poi sul mercato nero con costi che vanno dai cinque ai sette euro al chilogrammo.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Genitori furiosi con Emiliano, che li invita a non mandare i figli a scuola : "La Puglia non è una regione per bambini"

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • "Irresponsabile incoraggiare la didattica in presenza". Appello di Emiliano al mondo della scuola. "La mia non è una crociata"

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

Torna su
FoggiaToday è in caricamento