Furto cavi di rame: arrestato ventenne in località Melfignano

Il giovane cittadino romeno rivendeva al nero il materiale nei paesi dell'Est. In un casolare di Borgo Mezzanone i poliziotti hanno trovato 230 chilogrammi di cavi di rame dell'Enel

La squadra Mobile di Foggia ha arrestato un giovane cittadino romeno accusato di ricettazione. Il ventenne è stato rintracciato nei pressi della zona di Borgo Mezzanone, in località Melfignano. Il ragazzo attendeva di recuperare del rame per rivenderlo al nero nei paesi dell’Est a una cifra che si aggira intorno ai 10 euro al chilo.

Nel casolare dove risiedeva il ragazzo, nel corso di un blitz i poliziotti hanno trovato 230 chilogrammi di cavi di rame appartenenti alle linee elettriche dell’Enel. I predatori del rame hanno preso letteralmente di mira la provincia di Foggia causando spesso il black out in alcune zone del capoluogo dauno, non ultimo quello di Borgo Incoronata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • Addio a Padre Marciano Morra: per 20 anni fu amico e confratello di Padre Pio

  • La Puglia verso la zona arancione

  • Otto minuti di follia: inseguimento da film tra auto e pedoni, l'incidente contro un muro e la cattura dei due fuggitivi

  • Neve fino a quote basse e temperature in calo: oggi tempo incerto, domani sole e giovedì sera la coltre bianca

Torna su
FoggiaToday è in caricamento