San Paolo di Civitate: giovane muore folgorato durante furto di cavi. Presi i tre complici

Le indagini sono partite in seguito al rinvenimento del cadavere di un giovane rumeno, morto folgorato nelle campagne di San Paolo, non lontano da una linea Enel depredata. Dalle chiamate al 118, i carabinieri hanno individuati gli altri tre complici

I Carabinieri della Compagnia di San Severo hanno sottoposto a fermo d’indiziato di delitto per furto aggravato di conduttori elettrici e interruzione di pubblico servizio tre rumeni: SERGENTU Ciprian Florin 41enne, TIBICHI Bogdan Cristian 29enne,  HETES Sergiu Adalbert 24enne.

I tre sono stati fermati al termine delle indagini condotte dai militari della Compagnia di San Severo ed in particolare delle Stazioni di San Paolo di Civitate e Torremaggiore a seguito del rinvenimento, lo scorso 30 luglio, del cadavere del giovane rumeno CATALIN Ivan, abbandonato nelle campagne di San Paolo di Civitate non lontano da una linea elettrica ENEL appena depredata.

CATALIN era infatti morto folgorato mentre tentava di tranciare una campata di cavi. Ai Carabinieri intervenuti sul posto è stato subito chiaro che lo sventurato giovane non poteva aver agito da solo ed era stato evidentemente abbandonato dai suoi complici nei pressi del ciglio stradale in contrada “Gallucci”.

I Carabinieri hanno iniziato le indagini partendo dalle chiamate al 118 effettuate per segnalare una persona esanime sul ciglio della strada, accertando che a chiamare i soccorsi era stata la sorella del rumeno deceduto che, evidentemente, doveva essere stata a sua volta avvertita dai complici del CATALIN.

Gli investigatori hanno quindi ricostruito a ritroso la catena di telefonate avvenute in quella tragica notte riuscendo ad identificare gli utilizzatori dei telefoni cellulari e bloccarli in tempo prima che potessero fuggire in Romania. Durante le indagini, infatti, è stato accertato che alcuni di essi erano in procinto di ritornare nel proprio paese di origine per scongiurare l’arresto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’attività investigativa ha permesso di recuperare circa 150 metri di cavi elettrici ENEL del peso di circa 110 Kg appartenenti alla campata abbattuta dai predoni la sera della tragedia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

  • Coronavirus: sfondata quota 350 contagiati in un giorno in Puglia. I nuovi positivi in Capitanata sono 89

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento