rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca Cerignola

Sventato furto plurimilionario: presa la ‘banda del buco’ che era pronta ad assaltare un caveau

Presa la banda del ‘Basso Tavoliere’, a Cerignola, che era pronta a mettere a segno un furto plurimilionario al cavo di Chiasso della Loomis, ditta attiva nel trasporto di valori

La notte scorsa, tra la Svizzera e la Lombardia, si è brillantemente conclusa una prolungata e complessa attività investigativa condotta dalla compagnia dei carabinieri di Cerignola con il coordinamento della Direzione Distrettuale Antimafia di Bari. L'operazione, che ha consentito di disarticolare un nutrito gruppo criminale del ‘Basso Tavoliere’ specializzato in furti di ingente valore, ha interrotto e impedito un furto plurimilionario ai danni della sede di un'importante società di custodia e trasporto di valori e preziosi nelle immediate vicinanze di Chiasso.

Cinque componenti della banda sono stati fermati in flagranza dalle autorità elvetiche, mentre altrettanti sono stati arrestati dai carabinieri in una località vicina al confine di Stato, dove avevano allestito una base logistica. Hanno tra i 28 e i 53 anni e alcuni sono di Cerignola, i dodici soggetti fermati nell’ambito di un’operazione congiunta tra la polizia cantonale e di Chiasso, le guardie di confine e i carabinieri di Como e Cerignola, che hanno inferto un duro colpo ad una banda dedita ai furti nei caveau delle aziende con la ‘tecnica del buco’. Cinque di loro sono stati fermati in Svizzera e altri cinque ad Abbiategrasso, due a Como

La banda di lì a poco avrebbe assaltato il caveau di una ditta di trasporti valori a Chiasso. Tre veicoli risultati rubati sono stati sequestrati, uno in Svizzera e due in Italia. L’inchiesta è coordinata dal procuratore pubblico Chiara Borrelli.

Si legge su Tio.ch: “Un buco nel cemento armato per accedere al caveau e fare quindi man bassa di oggetti di valore. Era questo il colpo pianificato nei minimi dettagli che i dodici malviventi fermati la scorsa notte (cinque in Svizzera e sette in Italia) stavano mettendo in atto a Chiasso. Il loro obiettivo era la merce custodita dalla Loomis, ditta attiva nel trasporto di valori. “L’azione criminale era effettivamente partita, avevano pensato a tutto” ci spiega il commissario capo Renato Pizolli, portavoce della polizia cantonale”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sventato furto plurimilionario: presa la ‘banda del buco’ che era pronta ad assaltare un caveau

FoggiaToday è in caricamento