Il Parco del Gargano 'terreno di caccia' per i furti di legna: pugno duro dei Forestali

Più di 50 i controlli effettuati in poche ore, tre denunciati e sanzioni elevate per alcune migliaia di euro: forte è l’attività del Corpo Forestale a salvaguardia dell’ambiente

Più di 50 controlli effettuato, 3 persone denunciate per furto di legna e ricettazione, diverse sanzioni amministrative per violazione al regolamento regionale sui tagli boschivi. Sono i numeri dell'operazione messa a segno nell'area del Parco Nazionale del Gargano dai reparti del Corpo Forestale dello Stato, che hanno effettuato dei controlli a tappeto nei boschi garganici.

L’attività di polizia coordinata dal comandante provinciale Angela Malaspina e dal responsabile del Nucleo investigativo del Corpo Forestale dello Stato di Foggia ha avuto come obiettivo la repressione dei reati a danno dell’ambiente e contro i furti di legna all’interno del perimetro del Parco Nazionale del Gargano.  

Una particolare attività è stata condotta dai reparti di San Marco in Lamis e Umbra che hanno denunciato tre persone  responsabili del taglio e del furto di centinaia di quintali di legna attraverso il taglio di alberi di querce all’interno del bosco comunale di San Marco in Lamis località 'Difesa San Matteo' per una superficie di circa due ettari. I tre denunciati, già noti alle forze dell’ordine per reati vari sono stati denunciati anche per ricettazione in quanto i forestali hanno ritrovato in loro disponibilità un furgone Iveco oggetto di furto nella vicina cittadina di Manfredonia.

Il mezzo è stato recuperato dai Forestali e consegnato al legittimo proprietario. E stato recuperato anche un ingente quantitativo di legname, ancora sul letto di caduta e pronto per essere  trafugato ed immesso sul mercato illegale, che dopo gli accertamenti sarà consegnato ai legittimi proprietari. Durante le attività estese in tutto il territorio garganico sono state elevate diverse sanzioni  amministrative in violazione al regolamento regionale sui tagli boschivi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

  • Attimi di terrore in un supermercato: irrompono malviventi, durante la rapina minacciano e tentano di colpire cassiera

  • Coronavirus: oggi 32 morti in Puglia e 397 nuovi casi in provincia di Foggia

  • Spaventoso incidente in via Castiglione: ragazza abbatte tubo del gas e si schianta contro una farmacia agricola

  • Addio al dott. Michele Urbano, la Capitanata piange la scomparsa di un professionista "serio e laborioso"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento