menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Mamme preoccupate, furtarelli e disagi all'asilo 'Tommy Onofri': "La sicurezza dei nostri figli prima di tutto!"

Tre furti in una settimana o poco più nell'asilo comunale di via Pinto, a Foggia. "Sfregi più che furti, che creano disagio ai bambini e alle famiglie-utenti"

La preoccupazione c’è, e tanta. A condividere lo stato di apprensione ed inquietudine sono le mamme dei bambini che frequentano l’asilo nido comunale ‘Tommy Onofri’, in via Pinto, a Foggia.

La causa di tale agitazione è la sequenza di furti spiccioli e piccole ruberie verificatasi negli scorsi giorni. “Tre episodi in una settimana o poco più”, spiegano angosciate le mamme. Il primo episodio è avvenuto lo scorso martedì, in pieno pomeriggio (“quindi quando l’asilo era ancora operativo”, puntualizzano): ignoti si sono introdotti nella struttura asportando una borsa ed un telefono cellullare ad una dipendente della struttura.

“L’idea che dei ladri possano entrare in asilo quando ci sono i bambini è terrorizzante”, scrivono le mamme. E poco importa se per portar via un pacco di caramelle o altro bottino. A questo episodio ne sono seguiti altri due, a breve distanza: la notte tra martedì e mercoledì, infatti, qualcuno si è introdotto nella struttura infrangendo il vetro di una finestra per scassinare il distributore automatico di snack e bevande presente all’interno dell’asilo. Il bottino è di una manciata di monetine, ma la struttura ha dovuto bonificare e mettere in sicurezza gli ambienti.

Niente lezioni, quindi, per due giorni. Lo scorso lunedì, però, la storia si ripete: stesso furto-fotocopia, altro vetro rotto, altri spiccioli (cinque euro o poco più) asportati dal distributore automatico e bambini rimandati ancora una volta a casa. E senza alcun preavviso da parte della scuola. “Episodi che hanno più il carattere di uno sfregio che di furto vero e proprio, ma che creano disagio ai bambini e alle famiglie-utenti. La struttura, infatti, al momento è priva di dirigente (in attesa di assegnazione) e non c’è stata alcuna comunicazione ufficiale in merito: in buona sostanza, i bambini arrivavano alla porta e venivano rispediti indietro”.

“Questi episodi - concludono le mamme - mettono in luce una falla gravissime sulla sicurezza: chiediamo al più presto la nomina di una figura dirigenziale dedicata e presente, che possa far fronte con celerità ed efficienza ad ogni problema. Inoltre è necessario che la struttura venga dotata di telecamere per la videosorveglianza sia all’interno che all’esterno del plesso scolastico. La sicurezza dei bambini prima di tutto”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Puglia in bilico tra il giallo e l'arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento