La Capitanata sempre più nel mirino di pericolosi e spregiudicati malviventi

Da San Severo a Torremaggiore, da Foggia a Cerignola, il pericolo è dietro l'angolo. Furti di rame e rapine a mano armata scuotono commercianti e cittadini

La Capitanata è sempre più nel mirino dei malviventi. Si susseguono furti e rapine. Da San Severo a Torremaggiore, da Foggia a Cerignola il pericolo è sempre dietro l'angolo.

A San Severo i predoni del rame hanno portato via l'intera linea telefonica che collega la cittadina alle aziende di via San Paolo. E pensare che solo un giorno prima nella stessa zona era stato effettuato il furto di un cavo di trenta metri. A Torremaggiore due Vigili Urbani hanno denunciato a piede libero un cittadino romeno che portava con sè documenti falsi. Indaga la Procura di Lucera.

A Foggia in via De Lillo un autotrasportatore di prodotti alimentari è stato avvicinato da due ragazzi armati a bordo di uno scooter e rapinato di cinquecento euro. Sulla Statale 16 stessa sorte è accaduta al proprietario del distributore di benzina Esso. A Cerignola dei malviventi sono entrati in una macelleria e si sono fatti consegnare l'incasso pari a euro trecento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • Addio a Padre Marciano Morra: per 20 anni fu amico e confratello di Padre Pio

  • La Puglia verso la zona arancione

  • Otto minuti di follia: inseguimento da film tra auto e pedoni, l'incidente contro un muro e la cattura dei due fuggitivi

  • 170 pazienti in terapia intensiva e 1392 in area non critica in Puglia. Nel Foggiano covid-free solo due comuni su 61

Torna su
FoggiaToday è in caricamento