Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Cerignola

Auto rubate e “cannibalizzate” sulla statale 16, denunciato cerignolano

250mila euro il valore dei mezzi rinvenuti e sequestrati dalla polizia stradale al km 701 della 16 in agro di Orta Nova. Si tratta di mezzi, con certificati, rubati nel Barese, a Foggia e Manfredonia

Duecentocinquantamila euro in organi motore e pezzi di ricambio per autovetture ed autocarri. Il tutto proveniente da veicoli rubati nell’ultimo mese nel Barese, ma anche a Foggia e a Manfredonia, pronti per essere “cannibalizzati” (ovvero smontati e sezionati, ripuliti di ogni codice di identificazione) e immessi sul mercato nero.

E’ quanto è stato rinvenuto e posto sotto sequestro dagli agenti della polizia stradale, in agro di Orta Nova, al chilometro 701 della strada statale 16. L’operazione rientra nell’ambito delle attività di prevenzione e contrasto al fenomeno di riciclaggio di veicoli rubati, fenomeno molto diffuso nell’area tra il basso Tavoliere e i cinque Reali Siti.

Nel mirino della polizia, infatti, negli ultimi mesi c’erano soprattutto autoparchi e autodemolizioni, attività che sono state controllate a tappeto e che in alcuni casi prestavano il fianco ad altre illecite.

Non deve sorprendere, quindi, che quanto scoperto lo scorso 23 giugno da una pattuglia del distaccamento di Cerignola avvenisse in piena campagna, tantomeno che i pezzi ricavati dalle carcasse di automobili rubate, una volta smontati, venissero accatastati sotto i tralci di un vigneto “a tendone” per eludere qualsiasi controllo dall’alto.

Quando gli agenti in servizio hanno fatto irruzione nel fondo agricolo c’era un ragazzo intento a sezionare un’autovettura. Si tratta di un cerignolano di 24 anni, L.M., già sottoposto agli obblighi di dimora (con divieto di allontanamento dalla propria abitazione dalle ore 22 alle 7), con precedenti di polizia per rapina a mano armata.

All’interno del sito due agenti hanno rinvenuto e sequestrato mezzi pesanti o singoli complementi (un autocarro Mercedes rubato a Bari il 1° giugno, un autocarro Ford rubato il 12 giugno a Manfredonia, un organo motore Fiat Sofim, un telaio di autocarro Iveco 35-10 e un cassone con centinatura), carcasse di vetture già cannibalizzate (una Ford Fiesta rubata a Bari il 18 giugno, un’Audi A3 rubata in provincia di Bari il 16 giugno, una Nissan Micra e una Mercedes classe A rubata in provincia di Pescara il 22 giugno), nonché targhe e documenti - di proprietà e carte di circolazione - di autovetture rubate negli ultimi 10 giorni nel Barese e nel Foggiano.

Cerignola, riciclaggio auto rubate: foto

All’interno di un autocarro Renault Kangoo, la cui proprietà è in corso di identificazione, sono stati trovati anche cannelli e bombole di ossido acetilenico, attrezzature utilizzate per tagliare i telai delle vetture e sezionare parti della carrozzeria.

Per il momento il ragazzo (ritenuto dagli investigatori un semplice “manovale”) è stato denunciato a piede a libero. Sono in corso ulteriori indagini per individuare gli altri livelli dell’organizzazione impegnata nell’attività illecita (dal furto delle singole vetture allo smercio dei singoli pezzi).

Il fatto che le vetture siano state rubate soprattutto fuori dai confini provinciali e che i mezzi trovati siano stati rubati nelle scorse settimane, infatti, fa pensare agli inquirenti che dietro al singolo episodio ci sia un’organizzazione interprovinciale, ramificata e ben organizzata, in grado di cannibalizzare automobili e mezzi pesanti anche nel giro di poche ore dall’avvenuto furto.

 

 

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Auto rubate e “cannibalizzate” sulla statale 16, denunciato cerignolano

FoggiaToday è in caricamento