rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022

Ladri impuniti fanno quello che vogliono. Commercianti del centro esausti: "Arriveremo a fare le ronde"

L'ultimo colpo presso 'La Maison Noir' di piazza del Lago. La rabbia del titolare Michele Russo. Nell'ultimo mese e mezzo raffica di furti

“Non ne possiamo più”. I titolari delle attività commerciali del centro di Foggia, zona piazza Mercato, provano ad organizzarsi nel tentativo di contrastare il fenomeno, dilagante, dei furti. Sarebbero parecchi i locali e i negozi finiti nel mirino dei ladri dall’inizio del nuovo anno.

L’ultimo in ordine di tempo - di alcune migliaia di euro in attrezzature, tablet e denaro - lo ha subito Michele Russo, titolare de ‘La Maison Noir’. E' il primo da quando 6 anni fa ha trasferito il suo salone da Corso Giannone in piazza del Lago, dove peraltro nei giorni scorsi un altro negoziante ha subito il furto di una moto. "Non è più sostenibile una situazione del genere" tuona Michele.

Tuttavia, non è la prima attività del centro presa di mira dai malviventi, da ladri e rapinatori sfacciati a tal punto che durante uno dei tanti colpi realizzati o tentati, avrebbero finanche salutato una telecamera di videosorveglianza. "Nella stessa notte colpiscono più punti a rotazione", sarebbe questo il modus operandi della banda.

Impuniti e indisturbati, non hanno paura di nulla, men che meno della presenza, a pochi passi dal centro, della Prefettura. Agirebbero anche nella vicina Cattedrale nei confronti degli anziani fedeli, approfittando di un loro attimo di distrazione. “E’ diventata una roba inquietante, fanno quello che vogliono".

Nella centralissima Foggia c'è un problema sicurezza. E' evidente. D'altronde "quando ci sono venti di guerra il degrado aumenta" evidenzia il titolare de 'La Maison Noir'. I commercianti chiedono una presenza fissa o comunque maggiore, delle forze dell'ordine. "Altrimenti arriveremo a fare le ronde come succede in altre parti d'Italia" .

Video popolari

Ladri impuniti fanno quello che vogliono. Commercianti del centro esausti: "Arriveremo a fare le ronde"

FoggiaToday è in caricamento