rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Cronaca Manfredonia

Furti cavi di rame a Peschici e a Manfredonia, deferite 7 persone

A Peschici tre persone sono state sorprese in auto mentre trasportavano 1 quintale e mezzo di cavi di rame. Stessa sorte a Manfredonia dove un'auto è stata fermata sulla SS 89 in direzione di Mattinata

I Carabinieri della Stazione di Peschici hanno deferito in stato di libertà due fratelli T. D. e T.B. di 24 e 31 anni e L.N. 48enne, trovati in possesso di un quintale e mezzo di cavi di rame. Ad insospettire i militari, che stavano espletando un posto di controllo, è stato l’eccessivo carico dell’utilitaria sulla quale viaggiavano i tre.

Ritenendo che stessero trasportando “botti di Natale” illegalmente detenuti e da vendere a ridosso del Capodanno, i militari del 112 hanno deciso di controllare il bagagliaio dell’autovettura, al cui interno vi erano cavi di rame.I tre si sono giustificati dicendo di averli rinvenuti e caricati a bordo casualmente. Versione questa che i carabinieri hanno giudicato poco credibile.

Un’operazione simile è stata condotta dai militari dell’arma di Manfredonia che hanno denunciato per ricettazione quattro individui del posto già noti alle forze di polizia. Verso le due di notte i militari hanno individuato un autocarro con quattro persone a bordo che procedeva con fare sospetto sulla SS 89 in direzione di Mattinata.

Insospettiti, si sono affiancati all’auto in corsa e chiesto al conducente di fermarsi. Durante le operazioni di identificazione era evidente la presenza di cavi elettrici verosimilmente di proprietà dell’Enel, del diametro di circa 2 centimetri e mezzo, della lunghezza di circa 220 metri e del peso complessivo di 470 kg. 

I fermati, il più giovane di 19 anni e il più anziano di 40, sono stati accompagnati in caserma per gli approfondimenti del caso, ma non hanno fornito alcuna indicazione sulla provenienza del materiale trasportato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furti cavi di rame a Peschici e a Manfredonia, deferite 7 persone

FoggiaToday è in caricamento