Cronaca Centro - Piazza Giordano / Via del Salice

Furti di cavi elettrici, saltano le apparecchiature mediche: il caso in zona Salice

La Protezione Civile di Foggia ha soccorso - e di fatto salvato - due persone sottoposte a terapia medica con l'utilizzo di attrezzature alimentate a corrente, ma di fatto inutilizzabili a causa dell'assenza del servizio

Immagine di repertorio

I furti di cavi elettrici non causano solo disagi e disservizi. Possono anche mettere a repentaglio la vita delle persone. E' quello che poteva succedere a Foggia, in zona Salice, recentemente vittima di un ingente furto di cavi elettrici. Un pericolo fortunamente scampato grazie al tempestivo intervento della protezione civile comunale. 

Al Salice, la Protezione Civile di Foggia ha soccorso - e di fatto salvato - due persone sottoposte a terapia medica con l'utilizzo di attrezzature alimentate a corrente, ma di fatto inutilizzabili a causa dell'assenza del servizio. L'allarme è scattato ieri mattina, su segnalazione della prefettura. Immediata la macchina dei soccorsi: l'assessore Claudio Amorese e Raffaele Palumbo, responsabile della protezione civile comunale, hanno mobilitato la protezione civile di FareAmbiente e fatto installare dai volontari un generatore di corrente presso l'abitazione di due uomini, padre e figlio rispettivamente di 67 e 33 anni, il primo costretto su un letto antidecubito a corrente e il figlio con iperventilatore polmonare.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furti di cavi elettrici, saltano le apparecchiature mediche: il caso in zona Salice

FoggiaToday è in caricamento