Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Sant'Agata di Puglia

Campagne nel mirino dei ladri, agricoltori indifesi e terrorizzati: l’appello da Sant’Agata

Il consigliere di minoranza, l’avv. Nicola Lasalvia, si fa portavoce dell’esasperazione degli agricoltori e lancia l’appello alla sicurezza

Gli abitanti e gli agricoltori di Sant’Agata di Puglia non ne possono più. I ripetuti furti che si susseguono ormai da alcune settimane nelle campagne della cittadina dei Monti Dauni, hanno spinto l’avv. Nicola Lasalvia, consigliere comunale e capogruppo di ‘S. Agata nel 2000, il Rinnovamento’, a inoltrare un appello alla sicurezza alla Prefettura, Questura e comando provinciale dei carabinieri di Foggia, oltre che al sindaco e alla locale stazione dei carabinieri.

Scrive l’esponente d’opposizione: “Il fenomeno è ben noto a tutti e richiede da parte di tutte le istituzioni un’adeguata risposta a tutela della sicurezza fisica delle persone e del patrimonio. Molti agricoltori della zona hanno subito ingenti danni patrimoniali a causa dei furti dei trattori, sia nuovi che vecchi, furti di gasolio e di attrezzi vari, senza contare l'ulteriore danno derivante dalla rottura delle porte e dei sistemi di difesa in genere”. Aggiunge l’avvocato santagatese: “Basti pensare che un trattore nuovo di buona potenza costa dai 100mila euro in su, un aratro dai 20 ai 30mila euro”. E prosegue: “In sostanza il danno patrimoniale è rilevante e mette in ginocchio le aziende agricole, già provate dallo scarso reddito agricolo”.

Lasalvia sottolinea come “oltre al danno del furto si subisce anche la beffa delle salate rate di ammortamento ancora da pagare”; ed evidenzia come “molte volte i furti non vengono denunciati per rassegnazione”.

Sottolinea il consigliere comunale: “Oltre al danno economico, si aggiunge l'ulteriore ed ancor più grave danno psicofisico che sono costretti a subire le persone che vivono in campagna. Soprattutto, durante la notte le campagne diventano "terra di nessuno", abbandonate a se stesse, le persone che abitano nelle masserie, per lo più anziane, vivono in uno stato di ansia, di paura, di terrore, poiché si sentono non tutelate ed indifendibili. Molti amici agricoltori mi hanno espresso le loro preoccupazioni, le loro paure, il loro stato di ansia e di terrore, a cui dare una fiduciosa risposta”.

L’avv. Nicola Lasalvia lancia l’appello: “Il sottoscritto, pur consapevole delle difficoltà del momento, ed al fine di evitare l'ulteriore spopolamento ed abbandono delle campagne, chiede di porre in essere una maggiore vigilanza con un coordinamento delle forze dell'ordine, eventualmente anche con ausilio di ronde di cittadini volontari, per una giusta tutela delle persone, del loro patrimonio e del territorio, e così ridare fiducia ai cittadini ed imprimere una dura reazione alla delinquenza”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Campagne nel mirino dei ladri, agricoltori indifesi e terrorizzati: l’appello da Sant’Agata

FoggiaToday è in caricamento