Furti in serie nelle case al mare, preso l'incubo di Marina Lesina: sei colpi in zona 'Schiapparo'

Individuato dai carabinieri dopo sopralluoghi, visione di immagini dei sistemi di videosorveglianza, sequestro e analisi dell’autovettura utilizzata per i furti ed abbandonata al termine di un inseguimento con i militari

Immagine di repertorio

Preso l'incubo dei furti in appartamento a Lesina. I carabinieri hanno tratto in arresto, su provvedimento emesso dall’Ufficio GIP del Tribunale di Foggia, un noto censurato di San Nicandro Garganico, Costantino Folla, classe ’72, poiché nel mese di febbraio si era reso responsabile di numerosi furti in abitazioni di Marina di Lesina e nella zona dello “Schiapparo”.

Grazie alle attività svolte durante sopralluoghi, escussioni di testimoni, visione di immagini dei sistemi di videosorveglianza, sequestro e analisi dell’autovettura utilizzata per i furti ed abbandonata al termine di un inseguimento, i Carabinieri della Stazione di Lesina sono riusciti ad attribuire al Folla almeno sei furti, che aveva consumato ai danni di altrettante abitazioni ubicate nelle locali balneari di Marina di Lesina e dello “Schiapparo”. La Procura della Repubblica di Foggia, avendo concordato pienamente con le risultanze investigative del Carabinieri, aveva poi richiesto la misura cautelare. Al termine degli accertamenti di rito, Folla è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Foggia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro in provincia di Foggia: agricoltore travolto e ucciso da un muletto

  • Tragedia sulla A14: uomo si toglie la vita lanciandosi da un ponte

  • Coronavirus: 30 morti e un contagiato su quattro in Puglia. I nuovi positivi sono 1100 su appena 4100 tamponi

  • Qualità della Vita, Foggia sprofonda all'ultimo posto: ItaliaOggi premia Pordenone

  • Addio al dott. Michele Urbano, la Capitanata piange la scomparsa di un professionista "serio e laborioso"

  • Testimonianza choc, la compagna del 38enne ucciso: "E' stato il bambino". Giornalista costretto a cancellare immagini

Torna su
FoggiaToday è in caricamento