Accertamenti sui fuochi di Apricena, Potenza non ne è a conoscenza: "Lavoro per fare le cose, non per cancellarle"

Il commento del sindaco in merito alle valutazioni dei carabinieri sui fuochi pirotecnici di Apricena in onore di Maria Santissima Incoronata, patrona della città. "Devo garantire la tutela delle nostre tradizioni"

Fuochi di Apricena, foto di repertorio

"Un sindaco deve lavorare per fare le cose e non per cancellarle". E' il commento-risposta del sindaco di Apricena in merito alla sua decisione di autorizzare i fuochi d'artificio in onore di Maria Santissima Incoronata, patrona della città del marmo o della pietra.

"Con estremo rammarico, abbiamo letto titoli di stampa che parlano di guerra in città a causa degli spettacoli pirotecnici, che il sottoscritto ha autorizzato. Tengo a precisare preliminarmente, che in qualità di Autorità Locale di Pubblica Sicurezza, ho autorizzato i fuochi d'artificio, come ho sempre fatto e continuerò a fare, nel rispetto della legge e delle competenze che la stessa mi attribuisce. Sono un rappresentante delle istituzioni che si assume la responsabilità e come tale ho il dovere di garantire la tutela delle nostre tradizioni che rispecchiano la nostra identità, in ossequio a quanto stabilito dalle leggi dello Stato. Ho firmato gli stessi atti, già lo scorso anno, tutti documentati e visibili a chiunque. Ieri sera la nostra comunità ha vissuto con gioia, amore e tanta commozione l'arrivo della nostra Patrona in città, accolta da migliaia di suoi figli. Ho rispetto per il pensiero di tutti, sono il primo che si batte da sempre per la legalità e la sicurezza, ma un sindaco deve lavorare per fare le cose e non per cancellarle".

Antonio Potenza prosegue e conclude: "In merito ad eventuali accertamenti da parte dei Carabinieri, non ne sono a conoscenza, ma come sempre, sono sereno e tranquillo del mio operato e sono a disposizione per tutte le delucidazioni che dovessero necessitare. Auguro ancora una volta, con tutto il cuore, a tutti gli apricenesi, dentro e fuori Apricena, credenti e non, a vivere queste 5 settimane con i sentimenti di gioia e felicità che ognuno di noi vive pensando alla propria mamma".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

  • Attimi di terrore in un supermercato: irrompono malviventi, durante la rapina minacciano e tentano di colpire cassiera

  • Coronavirus: oggi 32 morti in Puglia e 397 nuovi casi in provincia di Foggia

  • Spaventoso incidente in via Castiglione: ragazza abbatte tubo del gas e si schianta contro una farmacia agricola

  • Saturimetro: cos'è e quali sono i modelli migliori in commercio

Torna su
FoggiaToday è in caricamento