rotate-mobile
Sabato, 29 Gennaio 2022
Cronaca Bovino

Lacrime e dolore al funerale del giovane carabiniere morto suicida a Bovino

Al termine del rito funebre, un ufficiale del comando provinciale di Foggia ha recitato la preghiera del carabiniere tra la commozione generale, seguita poi dal picchetto d’onore sul sagrato della chiesa. Sul caso indaga la Procura dauna

Dolore e lacrime, a Salerno, dove si sono svolti i funerali del giovane vicebrigadiere dell’Arma dei Carabinieri, morto suicida lo scorso giovedì pomeriggio, nella caserma di Bovino, nel Foggiano, dove era in servizio. 

I funerali sono stati celebrati nella chiesa di “Gesù Redentore”, nella zona orientale del capoluogo, dove vivono i familiari del 39enne. Come riporta SalernoToday.it, presenti alla cerimonia religiosa, oltre ai parenti, anche gli amici e tanti colleghi arrivati anche dalla Puglia per stringersi al dolore della famiglia. Al termine del rito funebre, un ufficiale del comando provinciale di Foggia ha recitato la preghiera del carabiniere tra la commozione generale, seguita poi dal picchetto d’onore dell’Arma sul sagrato della chiesa.

Il Siulm lancia l'allarme: "40 casi in un anno, troppi suicidi in divisa"

Secondo quanto ricostruito dai colleghi, l’uomo di 39 anni, celibe, ha atteso che i suoi commilitoni si allontanassero per rimanere solo nell’ufficio: a quel punto ha esploso un colpo di pistola alla testa, utilizzando l’arma d’ordinanza. Lo sparo è stato udito subito dai colleghi che si sono precipitati per soccorrerlo. Sul posto è giunta anche un’ambulanza del 118 ma, purtroppo, è stato tutto inutile. Il 39enne è morto in pochi secondi. Sul caso, la Procura dauna ha aperto una inchiesta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lacrime e dolore al funerale del giovane carabiniere morto suicida a Bovino

FoggiaToday è in caricamento