rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022

Commovente addio di Castelluccio Valmaggiore al suo sindaco: "Se n'è andata una persona rara"

Nel borgo dei Monti Dauni cala il silenzio nel giorno della festa patronale di San Giovanni Battista

La comunità di Castelluccio Valmaggiore oggi sceglie il silenzio, nel giorno della festa patronale di San Giovanni Battista, in segno di lutto per la scomparsa dell'amatissimo primo cittadino Rocco Grilli. Enorme e sentita la partecipazione alla camera ardente nella sala consiliare e alle esequie.  

Commovente il momento in cui, per l’ultima volta, il sindaco ha varcato la soglia del Municipio. Ed è lì che bambini e giovanissimi lo hanno salutato con i palloncini rossi e neri in mano mentre risuonava ‘Cuore rossonero’, inno del Foggia, una delle sue passioni, per poi lasciarli volare accompagnati da un fragoroso applauso (nel video del gruppo 'Amici a cui piace Castelluccio Valmaggiore'). Sul feretro maglia e sciarpa della squadra. 

Ad attendere il carro funebre, per le vie del paese, i suoi concittadini. Tanti i sindaci e gli amministratori, soprattutto i colleghi dei Monti Dauni, che hanno seguito il feretro in corteo fino alla chiesa madre. Dietro la banda cittadina.

È stato il vice sindaco Michele Giannetta ad interpretare i sentimenti della comunità di Castelluccio in un intenso discorso di commiato: “Il gruppo politico che hai tenacemente creato è voluto ormai quasi 30 anni fa, è stato soprattutto un insieme di amici che ha visto generazioni di giovani avvicendarsi e diventare adulti, ai quali hai insegnato la cosa fondamentale per chi sceglie di fare politica: il servizio, l'essere sempre all'ascolto degli altri, essere attento ai bisogni di tutti, operando nella difficile azione della mediazione, del dialogo, della composizione dei conflitti. Ecco la ‘pesante’ eredità che ci hai lasciato: non so se saremo capaci di onorare il tuo insegnamento, ma ti assicuro faremo il possibile, limando i nostri non sempre facili caratteri, avendo come obiettivo il tuo insegnamento”.

Tantissimi, ha osservato, i messaggi di cordoglio: “Hanno tutti un denominatore comune: Rocco era un bravo amministratore, pacato, con una grande carica umana. Insomma, una persona perbene, qualità questa rara e preziosa, soprattutto in un mondo pieno di persone ‘malate di protagonismo’. Resterai nei ricordi di tutti perché, oltre che un amico sincero e leale, sei stato un ottimo sindaco, anche in un periodo in cui non era facile governare così a lungo. In questa chiesa gremita c'è il sentimento di profondo dolore e di riconoscenza di un’intera comunità​”.

Tanto ci teneva Rocco alla festa patronale, ha amministrato il paese in momenti difficili. Gli uomini non hanno bisogno di grandi gesti per lasciare il segno. Rocco lo ha fatto nel silenzio, con il suo grande cuore”: questi i passaggi fondamentali dell'omelia nella gremitissima chiesa di San Giovanni Battista.

Lacrime e applausi lunghissimi hanno scandito l’uscita del feretro. “Con Rocco Grilli se ne è andata una persona rara ma il suo esempio non sarà mai dimenticato”, scrivono oggi dal Comune di Castelluccio ringraziando tutti i sindaci intervenuti, le autorità civili e religiose, le forze dell’ordine, i volontari e tutti coloro che hanno contribuito all'organizzazione di “un momento tanto cruciale e doloroso per la comunità”.

IMG_2350-2

Sullo stesso argomento

Video popolari

Commovente addio di Castelluccio Valmaggiore al suo sindaco: "Se n'è andata una persona rara"

FoggiaToday è in caricamento