rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca

Auto in panne, polizia soccorre uomo ma trova la sorpresa: fucile e pistola. "Le porto a mio figlio, temo di subire un furto"

L'uomo era fermo sulla corsia di emergenza della A14 in agro di Foggia. Ai poliziotti ha riferito che stava portando le armi al Nord, dove vive il figlio, per paura che gliele rubassero

Trasportava abusivamente un fucile ed una pistola a bordo autovettura diretto al Nord Italia. Per questo motivo un settantenne è stato denunciato all'esito di u n controllo di Polizia Giudiziaria operatoda un equipaggio investigativo del Reparto Autostradale della Polizia Stradale di Foggia sulla A14.

Oltre alla vigilanza della Polizia Autostradale nella tratta di competenza, la Specialità Polizia Stradale, integrando l’attività di prevenzione delle illegalità con aliquote di Polizia Giudiziaria, dotate di autovetture civetta, il 12 febbraio procedeva al controllo dell'autovettura del 70enne in quel momento in panne sulla corsia di emergenza.

Oltre a scongiurare un potenziale pericolo per la sicurezza della circolazione autostradale, dopo aver effettuato il soccorso, gli agenti di Polizia Stradale procedevano al controllo di routine sul mezzo e sulla persona. Insospettiti della presenza di un fodero di colore marrone (verosimilmente una custodia per fucili), decidevano, con le accortezze del caso, di ispezionare meglio l’autovettura. Il conducente ammetteva agli operatori che stava trasportando non solo un fucile, ma anche una pistola del tipo revolver, asserendo di essere titolare di licenza di porto di fucile per l’uno, mentre per la pistola di averne regolarmente denunciato il possesso. 

Dal controllo documentale specifico, suo malgrado, si evinceva invece che il libretto personale di licenza di porto di fucile era ampiamente scaduto nei termini di validità. Ancor peggio, a richiesta espressa, l’uomo non aveva al seguito la prescritta autorizzazione per il trasporto delle armi, giustificando il trasporto, dal luogo di residenza al Nord Italia, presso l’abitazione del proprio figlio, per timore di subirne il furto presso la propria abitazione, temporaneamente impresenziata dallo stesso.

Pertanto, veniva deferito in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria per il reato di trasporto abusivo di armi, come previsto dal vigente Testo Unico Leggi Pubblica Sicurezza. Le arimi venivano sequestrate.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Auto in panne, polizia soccorre uomo ma trova la sorpresa: fucile e pistola. "Le porto a mio figlio, temo di subire un furto"

FoggiaToday è in caricamento