Il Procuratore antimafia Franco Roberti ascolta San Severo: strada in discesa per la DIA

Il sindaco Francesco Miglio dopo il vertice con il Procuratore: "Ha condiviso le nostre richieste e mostrato una assoluta fattibilità per ciò che concerne la Direzione Investigativa Antimafia: dovrebbe essere fatta, finalmente"

Un momento del vertice

Ampie rassicurazioni sull'arrivo della DIA in provincia di Foggia e supporto rispetto alla necessità di istituire anche in Capitanata un Reparto Prevenzione Crimine della Polizia di Stato, che San Severo si candida ad ospite "offrendo - ci dice il sindaco, Francesco Miglio - alcuni locali comunali che resterebbero, altrimenti, inutilizzati".

È l'esito del vertice svoltosi un'ora fa a Palazzo Celestini con il Procuratore Nazionale Antimafia, Franco Roberti, a Foggia per un incontro sulla legalità programmato da tempo. "Il Procuratore ha mostrato una conoscenza dettagliata delle vicende che hanno segnato il nostro territorio in tempi recenti e non. A conferma dell'attenzione che i vertici nazionali hanno posto sulla Capitanata" osserva Miglio a FoggiaToday.

LEGGI ANCHE: Franco Roberti a Foggia: "Sforzi dello Stato per combattere la criminalità"

"In quest'ottica, ha condiviso le nostre richieste e mostrato una assoluta fattibilità per ciò che concerne la Direzione Investigativa Antimafia: dovrebbe essere fatta, finalmente" ci riferisce il primo cittadino, che appare moderatamente fiducioso, invece, per ciò che concerne il Reparto Prevenzione Crimine: "E' più difficile ma non impossibile. Roberti si farà portavoce anche di queste richiesta presso il Ministero competente".

"Noi, nel frattempo - aggiunge Miglio - ci siamo candidati ad ospitarla, mettendo a disposizione strutture comunali. Non sarebbe la prima volta che un Reparto di Prevenzione Crimine individui la sua sede in un centro non capoluogo di provincia: è accaduto anche a Siderno, in Calabria". Si attende, dunque. Intanto strada in discesa per la Dia, tra le richieste portate avanti da tempo e con forza anche dal Movimento Cinque Stelle, la cui mozione verrà discussa domani in consiglio regionale.

È la prima volta che un Procuratore nazionale Antimafia mette piede a San Severo. La escalation criminale degli ultimi tempi e l'azione eclatante di sindaco e giunta, in sciopero della fame per quattro giorni, hanno fatto sì che i riflettori si accendessero robustamente a livello nazionale sulla cittadina dell'Alto Tavoliere. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • Puglia in zona gialla 'rinforzata' fino al 15 gennaio: cosa è concesso fare (e cosa no)

  • La Puglia verso la zona arancione

  • Orrore nelle campagne di Cagnano, lupo trovato impiccato a un albero

  • Neve fino a quote basse e temperature in calo: oggi tempo incerto, domani sole e giovedì sera la coltre bianca

Torna su
FoggiaToday è in caricamento