rotate-mobile
Cronaca Cerignola

Franco Metta sui sigilli alla discarica abusiva di Cerignola: "Rifiuti ereditati. Tutto qua"

Il sindaco: "Quelle terre andavano smaltite anni fa. Le abbiamo ereditate e non le abbiamo smaltite perché occorrerebbe impegnare una spesa pari a circa 1.500.000 euro, di cui la SIA non dispone. Tutto qua"

In merito alla notizia dei sigilli messi dai carabinieri del NOE di Bari alla discarica abusiva attigua alla Discarica Forcone-Cafiero di Cerignola, interviene il primo cittadino di Cerignola, Franco Metto, dopo aver letto titoli di giornali in cui lo evidenziano come denunciato. "In un'area all'interno dell'impianto SIA di contrada Forcone Cafiero sono depositate - da anni - terre di scavo provenienti dalla realizzazione del V lotto della discarica. Queste terre andavano smaltite anni fa. Le abbiamo ereditate e non le abbiamo smaltite perché occorrerebbe impegnare una spesa pari a circa 1.500.000 euro, di cui la SIA non dispone. Tutto qua".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Franco Metta sui sigilli alla discarica abusiva di Cerignola: "Rifiuti ereditati. Tutto qua"

FoggiaToday è in caricamento