rotate-mobile
Cronaca Cerignola

Milano: cerignolano si accascia e muore in metro, forse dopo tentato scippo

Francesco Tatoli è stato avvicinato da tre ragazzi con i quali ha avuto un’accesa discussione. Poi si è messo a correre e si è accasciato dopo un malore. Il fatto è avvenuto alla stazione ‘De Angeli

Era originario di Cerignola l’uomo morto ieri pomeriggio al San Carlo di Milano, dove era stato trasportato d’urgenza dopo che nella stazione della metropolitana ‘De Angeli’ era stato vittima, probabilmente, di un tentativo di scippo. Versione che però non è stata mai confermata.

Al vaglio degli inquirenti un video delle telecamere Atm che, secondo quanto riferisce l’azienda di trasporto milanese, mostra il 65enne che, sceso da un treno, sta salendo le scale per uscire, quando, improvvisamente, si mette a correre, per poi accasciarsi pochi metri dopo sotto gli occhi increduli degli agenti della vigilanza metro intervenuti immediatamente per verificare cosa stesse accadendo

"Che cosa volete, che cosa fate!'' e poi ancora ''toglietemi le mani di dosso'': sarebbero queste le frasi urlate dall'uomo, forse quando si stava accorgendo che lo stavano derubando. Quando gli agenti lo hanno raggiunto l'uomo si è accasciata davanti a loro senza riuscire a dire nient'altro.

Francesco Tatoli non è mai stato avvicinato dai tre ragazzi, che quindi non lo avrebbero aggredito, Secondo quanto si è appreso tra i 3 giovani e l'uomo, subito dopo i tornelli, si è accesa una discussione, perché, sembra che il viaggiatore fosse convinto che il gruppetto lo avesse 'puntato' per borseggiarlo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milano: cerignolano si accascia e muore in metro, forse dopo tentato scippo

FoggiaToday è in caricamento