Sos villa comunale: tra storia rubata e servizi inesistenti, il 'Giardino' di Foggia riversa nel più totale degrado

Le foto documentano lo stato di generale abbandono ed incuria in cui riversa il luogo cittadino. Ce n'è per tutti i gusti. La denuncia sulla pagina facebook di TrashChallenge Foggia

Sos villa comunale. A lanciarlo è la pagina ambientalista ‘TrashChallenge Foggia’, corredata di fotografie che mostrano in maniera cruda il degrado urbano in cui riversa quello che dovrebbe essere il polmone verde e luogo d’incontro per eccellenza del capoluogo dauno.

“Oggi vi invitiamo a fare una giro nella villa comunale” si legge sulla pagine Facebook. “I busti di Rosati, Mendolicchio, Maldacea sono stati sottratti ormai da tempo. Un bel furto alla storia di noi foggiani, un danno alle nostre tasche e uno scempio per i nostri monumenti. Il tempietto del cosiddetto 'boschetto' e quindi la base dedicata a Giuseppe Rosati (il busto non esiste più) è completamente ricoperto da segni e scritte lasciati dai writers. Non proprio delle opere d'arte".

E ancora. “La fontana non funziona. E il 'Giardino delle fragranze' non ha né giardino, né fragranze. Il recinto è in più punti divelto e lascia accedere liberamente chiunque all'interno, dove si trova soltanto una panchina distrutta, qualche albero. Il Giardino con vivai, dalla parte opposta del parco giochi, è stato ristrutturato da anni e da allora è chiuso. Le strutture vivai stanno cadendo in rovina. La fontana è chiusa. Il verde, complessivamente, è inaccessibile quindi inutile”.

Ma la carrellata continua.  “Il parco giochi per bambini ha sei panchine in marmo di cui restano soltanto le basi, poiché sono stati rubati schienali e sedute. In generale, non c'è verde, non ci sono cassonetti per conferire i rifiuti. I bagni pubblici annessi non sono puliti o non sono disponibili, c'è qualcuno che chiede offerte per tenerli puliti ma si tratta di bagni pubblici. Per ultimo, c'è una sola fontanina funzionante, in tutta la villa, ed è all'interno del Parco Giochi. Oggi perde acqua ed ha creato già una bel deposito fangoso a terra”.

“Le panchine di tutta la villa non sono state riverniciate da così tanto che oggi si presentano in stato decadente. Per di più, sono circondate da rifiuti vari e cicche di sigarette. Non tutti i lampioni sono integri. Alcuni hanno i vetri spaccati. E illuminano di immenso sconforto. Le aiuole di tutta la villa non hanno fiori, dettaglio che non sarebbe fuori luogo in un giardino pubblico.Il manto erboso, allo stesso tempo, non è ben tenuto in modo omogeneo. È frequentato per lo più dai proprietari dei cani che non hanno, in zona, luoghi dedicati ai loro amici a 4 zampe. Ovviamente anche qui, come nel resto delle aree verdi pubbliche cittadine, mancano i contenitori per conferire i rifiuti differenziati anche nei pressi dei chioschi, i quali vendono (dunque producono rifiuti) di carta, plastica, vetro”.
E però “ci sono delle alternative creative!  Sono i grandi bidoni per rifiuti urbani dell'Amiu di colore diverso, in teoria quelli della raccolta differenziata, ma questi non sono adatti al decoro del giardino storico Villa Comunale che prevede soltanto i piccoli secchi; contengono di tutto e non solo il materiale che è indicato”.

Conclude il post: “Trash Challenge Foggia augura a tutti buona domenica in villa comunale e invita tutti i cittadini ad unirsi per contrastare questo stato di incuria e degrado generalizzato. La Villa comunale ci appartiene, oppure no?!”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolge e uccide 35enne, scappa ma telecamere e frammenti lo incastrano: arrestato per omicidio stradale

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • "Mamma come l'ho combinato". Tutte le vittime della violenta 'Società Foggiana': "Qui le estorsioni devi pagarle a noi"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Finisce in carcere l'uomo che ha investito e ucciso Vincenzo Maffeo. Aveva portato a riparare il mezzo da un carrozziere

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

Torna su
FoggiaToday è in caricamento