rotate-mobile
Mercoledì, 5 Ottobre 2022
Cronaca Corso Roma

A Foggia le attività commerciali soffrono. Meglio vendere o affittare?

I costi di investimento e di gestione elevati, le tasse e l'inesperienza nel settore, sono alcune tra le cause che bloccano il commercio nel capoluogo di provincia. Ci sarebbero anche le estorsioni

E' passato poco più di un anno da quando il “Black Mamba”, negozio di abbigliamento di via Arpi ha chiuso i battenti dopo l’ennesima rapina (ben sette) subita nel giro di pochi mesi. Sarà questo il motivo per il quale a Foggia ogni mese piccole attività commerciali abbassano la saracinesca? Oppure?


Che la crisi globale stia aggredendo e mortificando le attività produttive del capoluogo di provincia è cosa risaputa. E’ altrettanto vero che i costi di investimento, nonostante ci siano sempre forme di benefici e agevolazioni, restano alti. I costi di gestione non sono da meno e spesso il dipendente guadagna più dell’esercente. Spese da capogiro, tasse elevate e poca competenza nel settore di riferimento sono alcune tra le cause dei maggiori insuccessi. E se a queste ci aggiungiamo anche il racket, che probabilmente c’è ma non si vede, il piatto è servito e la voglia di fare impresa o commercio svanisce nel nulla.
 

Fare commercio al dettaglio, soprattutto a Foggia, è difficile; talvolta è addirittura esasperante. Spesso inconveniente. Se in Via Roma, C.so Giannone, via Arpi, Viale XXIV maggio e anche in C.so Vittorio Emanuele II, i “Vendesi” e gli “Affittasi” aumentano a dismisura, un motivo ci sarà pure.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Foggia le attività commerciali soffrono. Meglio vendere o affittare?

FoggiaToday è in caricamento