Strage di San Marco, secondo atto del processo a Caterino (presunto 'basista'): in aula gli ultimi teste

Questa mattina, seconda udienza del processo a carico di Giovanni Caterino, che verrà celebrato in Corte d’Assise di Foggia.Saranno presenti anche le vedove dei fratelli Luigi e Aurelio Luciani, Marianna e Arcangela

Il luogo della strage

Strage di San Marco in Lamis, si torna in aula. Questa mattina, seconda udienza del processo a carico di Giovanni Caterino, presunto basista della strage del 9 agosto 2017che verrà celebrato in Corte d’Assise di Foggia.

Questa mattina, infatti, verranno ascoltati gli ultimi teste indicati dal pm, in attesa di prendere visione delle trascrizioni delle intercettazioni, lavoro effettuato da un consulente nominato dal Tribunale stesso. All'udienza di oggi saranno presenti anche le vedove dei fratelli Luigi e Aurelio Luciani, Marianna e Arcangela. 

Caterino, lo ricordiamo, è accusato di essere il ‘basista’ della strage del 9 agosto di due anni fa, quando tra le campagne tra Apricena e San Marco il Lamis, furono assassinati il boss di Manfredonia Mario Luciano Romito e il cognato e autista Matteo De Palma. In quella stessa circostanza, vennero uccisi anche i fratelli Luigi e Aurelio Luciani, agricoltori della zona, vittime innocenti di quella mattanza.

L’arresto di Giovanni Caterino è figlio di una indagine tecnica, molto sofisticata, coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Bari, basata essenzialmente su captazioni ambientali e telefoniche, oltre che sui dai dei tracciati gps che collocherebbero l’auto dell’imputato sul luogo della strage nei momenti che precedettero l’azione di fuoco. Una visione, questa, che la difesa dell'uomo proverà a smantellare grazie ad una indagine privata, annunciata in apertura del processo, che dimostrerebbe l'impossibilità, da parte dell'imputato, di effettuare una 'staffetta' lungo i tornanti del Gargano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolge e uccide 35enne, scappa ma telecamere e frammenti lo incastrano: arrestato per omicidio stradale

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Finisce in carcere l'uomo che ha investito e ucciso Vincenzo Maffeo. Aveva portato a riparare il mezzo da un carrozziere

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • San Marco in Lamis sotto choc, comunità in lutto per Domenico: "Questo maledetto virus gli ha tolto la vita"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento