rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca

Beccato senza patente e con un carico di ricci di mare in auto, minaccia i poliziotti durante il controllo: multato e denunciato

È avvenuto nei pressi del Casello A/14 di Foggia. Dalle prime verifiche, è emerso che l'uomo fosse sprovvisto di patente (sospesa per guida in stato di ebbrezza). All'interno del bagagliaio c'erano cassette contenenti oltre 200 ricci di mare. Nel corso del controllo ha minacciato gli agenti

Oltre 200 ricci sequestrati e liberati in mare. È quanto accertato da una Unità Specializzata di Polizia Stradale in servizio presso la SottoSezione Autostradale di Foggia, nella mattinata del 16 maggio, alle ore 10:30, nei pressi del Casello autostradale di Foggia.

La pattuglia, nell’ambito del Servizio volto alla prevenzione e repressione dei reati in genere, nei pressi del Casello A/14 di Foggia, ha proceduto al controllo di un’autovettura, con l’ausilio, anche, della sofisticata apparecchiatura denominata “Street Control”, che segnalava quest’ultima quale veicolo degno di attenzione e approfondimenti.

Richiesti i documenti al conducente (e proprietario del mezzo), è emersa subito una prima ‘lacuna’, ovvero la mancanza del titolo abilitativo alla guida (cd. Patente di Guida) perché sospeso in precedenza dall’Autorità Amministrativa competente per il fatto di essere stato, in precedenza, sorpreso alla guida sotto l’effetto di sostanze alcooliche. Il veicolo, inoltre, risultava avere un gancio traino non opportunamente registrato ed approvato all’interno della Carta di Circolazione.

All’interno del bagagliaio sono state rinvenute cassette di plastica e di legno contenenti ricci di mare. Gli agenti hanno, pertanto, richiesto la qualificata collaborazione di Personale della Capitaneria di Porto di Manfredonia, che ha proceduto ai contesti Amministrativi del caso e relativo Sequestro dei ricci, ex art. 4 del D.M. di disciplina della pesca del riccio di mare del 12.01.1995 e art. 10 co. 1 lett. b del D.Lgs 04/2012 e SS.MM.II., sanzionata dall’art. 11 co. 1 del D.Lgs 04/2012 e SS.MM.II.

È stato richiesto, altresì, l’intervento del veterinario della competente ASL FG ‘zona B’, che, dopo i controlli, ha disposto la re-immissione in mare dei molluschi, il tutto a cura del personale della Capitaneria di Porto.

Le sanzioni amministrative ammontano ad un totale di circa 5mila euro, il sequestro di oltre 200 molluschi ed il Fermo amministrativo di tre mesi del veicolo a bordo del quale il trasgressore era illegittimamente alla guida.

Nel corso delle operazioni di Polizia il trasgressore, già gravato da precedenti Penali, è stato, altresì, deferito, in stato di libertà, alla competente Autorità Giudiziaria, per il Reato di Minaccia Aggravata in danno di PP.UU.

Al fine di far omettere il compimento degli atti sopra descritti, il soggetto si è infatti avvicinato più volte ai Poliziotti, prima nel cortile della Caserma e, successivamente, anche all’interno del Reparto e, anche alla presenza del Personale di Capitaneria, minacciandoli, con fare aggressivo, di “fare i conti con lui fuori da quel contesto”.

L’episodio si incornicia nell’attività quotidiana di Vigilanza Stradale lungo l’arteria Autostradale di competenza della SottoSezione Polizia Autostradale di Foggia. Attività d’Istituto complessivamente finalizzata al controllo del rispetto delle regole statuite da Normative vigenti, Generali e Speciali, a garanzia della sicurezza della circolazione stradale, in ambito autostradale di competenza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Beccato senza patente e con un carico di ricci di mare in auto, minaccia i poliziotti durante il controllo: multato e denunciato

FoggiaToday è in caricamento