rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Cronaca La Spelonca / Via Monsignor Fortunato Maria Farina

Scuola dell'infanzia "insicura e fatiscente", scatta la petizione delle famiglie contro il Comune di Foggia: "Intervenite"

Le famiglie dei 130 piccoli alunni che frequentano la struttura di via Monsignor Farina lamentano problemi a livello di edilizia scolastica e di corredo scolastico. Sono costrette ad autofinanziarsi

Un piano straordinario di manutenzione della scuola. E’ quanto chiedono le famiglie dei piccoli alunni che frequentano la scuola comunale dell’infanzia ‘Don Milani’, in via Monsignor Farina, a Foggia, che si accingono  a sottoscrivere un documento da inviare al Comune di Foggia, e precisamente all’assessore Claudia Lioia e al presidente della Commissione competente, Raffaele Di Mauro, e alla Prefettura. I genitori dei 130 bambini lamentano condizioni di generale e diffuso cedimento, infrastrutturale e di suppellettili, della scuola.

L’istituto, si legge nel documento, versa in “condizioni strutturali esterne ed interne obsolete e vetuste, con pareti e termosifoni in via di forte deperimento, pavimentazione per alcuni tratti non uniforme, crepe strutturali”. Problemi anche per gli esterno, dove insistono “giardini con mancanza di sistemi di sicurezza per i bambini, recinzione arrugginita e in alcuni punti sbarre mancanti”. Non va meglio per ciò che concerne il corredo scolastico per la “scarsa presenza di materiali didattici, aule piccole rispetto al numero dei bambini presenti, sedie e tavoli in via di cedimento”. Carenze che portano le famiglie “ad autofinanziarsi annualmente per sopperire alle mancanze e far sì che i nostri figli possano svolgere il programma didattico”.

Una situazione divenuta ormai insostenibile per i familiari e li ha indotti negli ultimi giorni di farsi promotori di una sottoscrizione per chiedere l'intervento dell'amministrazione comunale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola dell'infanzia "insicura e fatiscente", scatta la petizione delle famiglie contro il Comune di Foggia: "Intervenite"

FoggiaToday è in caricamento