Proprietario di una cantina segnala al 113 l'effrazione del locale. Ignoti lo avevano trasformato in un deposito di documenti rubati

All'interno del locale trovati 187 colli ciascuno dei quali conteneva mille certificati in bianco destinati all'immatricolazione di veicoli italiani. Presenti, inoltre, bobile di ologrammi, moduli di certificati di stato civile della Repubblica olandese

Una cantina trasformata in deposito di documenti di provenienza furtiva. È quanto hanno rinvenuto gli agenti della polizia di Foggia nel tardo pomeriggio di ieri. L'intervento è avvenuto in seguito a una chiamata al 113, effettuata dal proprietario di una cantina ubicata in uno stabile di via San Severo nella quale si segnalava il danneggiamento e l'effrazione della porta di ingresso. 

Una volta entrati, gli agenti hanno rinvenuto 187 colli, ognuno dei quali contenente mille certificati di proprietà in bianco, destinati all'immatricolazione di veicoli italiani. Tutte le scatole erano destinate all'Ufficio dell'Aci di Roma. 

Inoltre, nello stesso locale sono state ritrovate scatole contenente alcune centinaia di bobine di ologrammi, molti dei quali riportanti la dicitura "ACI - PRA", nonché 15mila moduli in bianco di certificati di stato civile della Repubblica Albanese. Anceq questa documentazione appare originale e non contraffatta. 

La Polizia sta indagando per verificare l'esatta provenienza del materiale rinvenuto, nonché a individuare i responsabili. L'intero materiale è stato posto sotto sequestro giudiziario per essere messo a disposizione della Procura della Repubblica di Foggia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro in provincia di Foggia: agricoltore travolto e ucciso da un muletto

  • Tragedia sulla A14: uomo si toglie la vita lanciandosi da un ponte

  • Coronavirus: 30 morti e un contagiato su quattro in Puglia. I nuovi positivi sono 1100 su appena 4100 tamponi

  • Qualità della Vita, Foggia sprofonda all'ultimo posto: ItaliaOggi premia Pordenone

  • Addio al dott. Michele Urbano, la Capitanata piange la scomparsa di un professionista "serio e laborioso"

  • Omicidio tra Manfredonia e Foggia: ucciso 38enne, morto poco dopo il suo arrivo in pronto soccorso

Torna su
FoggiaToday è in caricamento