Cronaca

Addio a Pippo Troito, ex atleta e tra le icone dello sport di Capitanata

Aveva 84 anni. Da giovane fu mezzofondista, tra i primi foggiani a vestire la maglia azzurra. Negli anni '70 diede vita al noto impianto sportivo polivalente, da sempre un punto di riferimento per gli sportivi foggiani, e alla prima scuola di tennis

Lutto per lo sport foggiano e l'intera comunità di Capitanata per la scomparsa di Pippo Troito. Aveva 84 anni. Tra i primi grandi esponenti dell'atletica foggiana (tra i primi a vestire la maglia azzurra), nei primi anni '70 diede vita al progetto di un impianto sportivo polivalente. Il 4 novembre del 1976 venne inaugurato il primo campo di calcio privato e con esso l'impianto sportivo 'Sporting park'. 

Ma il nome di Troito è indissolubilmente legato al gioco del tennis. Grazie ai successi dell'Italia di Panatta, Bertolucci, Barazzutti e Zugarelli che rese il tennis uno degli sport più seguiti in Italia, nel 1980 l'impianto sportivo vide la nascita dei primi campi, con conseguente cambio di denominazione in 'Tennis Park'. 

Un anno più tardi prese il via la prima scuola di tennis, cui fecero seguito i primi tornei. La struttura è sempre stata al passo con i tempi, come testimoniano la realizzazione di una piscina e la costruzione dei primi campi di calcetto tra la fine degli anni '80 e l'inizio degli anni '90, fino ad arrivare ai primi campi da padel, realizzati nel 2018.

"Il mio papà ha lasciato la vita terrena questa notte. A lui devo l’esperienza e la perseveranza nell’inseguire un sogno. A lui devo il mio spirito di sacrificio e l’amore per questo luogo che ha visto gioire e divertirsi tante persone della nostra città. Oggi però è per me e la mia famiglia un giorno triste, in cui è doveroso fermarsi e rendere merito a chi, circa 50 anni fa, ha avuto la lungimiranza di pensare e iniziare a realizzare questo luogo. Pertanto, con le bandiere ammainate, dalle 14 di oggi e per tutta la giornata di domani, sabato 15 giugno, il Tennis Park rimarrà chiuso", il commento del figlio Danilo, titolare della struttura. 

Le esequie si svolgeranno sabato 15 giugno alle ore 10:30 presso la Chiesa del Carmine Nuovo.

"Pippo Troito è stato una personalità decisiva per avvicinare alla pratica sportiva popolare e al tennis in particolare migliaia di persone. Tanto che il suo nome e cognome sono diventati un 'luogo'. L'idea stessa del fare sport, prima al negozio e poi agli impianti con i campi da tennis. La comunità foggiana saluta con ammirazione e gratitudine uomo di sport e del fare impresa sportiva che ha fatto storia", ha commentato il vicepresidente e assessore allo Sport della Regione Puglia Raffaele Piemontese. 

“Un uomo che ha fatto della passione per lo sport e del rispetto dei suoi principi una delle sue ragioni principali di vita”. Con queste parole l’assessore allo sport del Comune di Foggia, Domenico di Molfetta, all’unisono con la Sindaca Episcopo e tutta l’Amministrazione comunale di Foggia, ha espresso il proprio cordoglio per la scomparsa del prof. Pippo Troito, avvenuta nelle prime ore di questa mattina. “Per chi come me viene dal mondo dell’atletica leggera è stato per anni, insieme al prof. Luigi Colella, un riferimento fondamentale. Per questo intendiamo mandare un pensiero affettuoso alla famiglia in questo triste momento”. In gioventù mezzofondista di valore Pippo Troito è stato tra i primi foggiani a vestire la maglia azzurra della nazionale. Docente nella scuola, ha messo per anni la propria competenza al servizio anche di atleti e società di altre discipline sportive, dal calcio al tennis. Lo sport è stato al centro anche della sua attività imprenditoriale, sempre attenta alle esigenze del territorio. “Con lui – conclude Di Molfetta – se ne va un pezzo di storia dell’atletica e dello sport foggiano”.

Aggiornato alle ore 12.18 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio a Pippo Troito, ex atleta e tra le icone dello sport di Capitanata
FoggiaToday è in caricamento