Foggia piange Mario Colasante, pilastro di Libera e tra i fondatori di Emmaus: "Era un vero rivoluzionario"

Si è spento ieri, all'età di 67 anni. Riferimento per tanti, è stato una colonna portante dell'antimafia sociale in città. Oggi, alle 16, l'ultimo saluto nel Villaggio Don Bosco

Mario Colasante

Foggia perde un guerriero di tante battaglie civili e sociali, alfiere dell'antimafia locale. Si è spento ieri, all'età di 67 anni, Mario Colasante, uno dei fondatori di Emmaus e colonna portante di Libera. "Sei stato guida e compagno - scrive il referente provinciale di Libera Sasy Spinelli - Questa città non ti ha regalato, forse, il cambiamento che sognavi, ma sono sicuro che non scorderà il tuo impegno". Commosso il ricordo dell'associazione: "Era un rivoluzionario". Profondamente legato ai quartieri popolari, sognava uno scatto di orgoglio della città.

"Ci ha trasmesso - scrive la vice presidente nazionale di Libera Daniela Marcone - il valore della denuncia, circostanziata e mai gridata, ma basata sulla sua capacità di approfondimento e lettura della realtà circostante".

Emmaus saluta un fratello di comunità e ripercorre gli anni del suo impegno: "Tua la proposta di scegliere il nome agli inizi della costituzione della cooperativa. Sempre pronto ad aiutare chi era in difficoltà, riferimento per tanti, l’impegno politico alla sezione Gramsci del partito comunista di via Lucera, attento alle famiglie più povere del quartiere Candelaro e di via Lucera, l’impegno con il gruppo nonviolento, e poi con Libera, sempre avanti nel tracciare la strada di nuovi percorsi di liberazione e cittadinanza attiva".

Oggi, alle 16, all'aperto, l'ultimo saluto presso il Villaggio Don Bosco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolge e uccide 35enne, scappa ma telecamere e frammenti lo incastrano: arrestato per omicidio stradale

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • "Mamma come l'ho combinato". Tutte le vittime della violenta 'Società Foggiana': "Qui le estorsioni devi pagarle a noi"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Finisce in carcere l'uomo che ha investito e ucciso Vincenzo Maffeo. Aveva portato a riparare il mezzo da un carrozziere

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

Torna su
FoggiaToday è in caricamento