rotate-mobile
Cronaca

Detenuto evaso dal Tribunale di Foggia: sospesi e sanzionati gli agenti che se lo fecero sfuggire

Due sospensioni, diverse deplorazioni e decurtazioni dello stipendio nei confronti degli agenti ritenuti responsabili della fuga di Franco Paolo Matrella. Ma il Cosp contesta: “Facile scaricare le responsabilità sugli agenti"

Il Consiglio centrale di disciplina a Roma, ha decretato due sospensioni dal servizio (di 3 e 2 mesi), diverse deplorazioni e decurtazioni dello stipendio per gli agenti di polizia penitenziaria ritenuti responsabili dell’evasione di Franco Paolo Matrella, detenuto cerignolano che nel dicembre del 2016 riuscì a evadere dal Tribunale di Foggia, mentre era in attesa di giudizio.

L’uomo fu poi ritrovato alcuni giorni dopo in un casolare tra Cerignola e Trinitapoli. A poco più di un anno di distanza sono arrivate le sanzioni per gli agenti coinvolti nell’episodio. “Scaricare le responsabilità sull’anello più debole della catena (gli agenti della Penitenziaria), quando le responsabilità potrebbero anche essere ricercate, e vanno ricercate, a monte, appare semplicistico e disfattista”, commenta Mimmo Mastrulli segretario generale del Cosp (Coordinamento Sindacale Penitenziario, ndr).

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Detenuto evaso dal Tribunale di Foggia: sospesi e sanzionati gli agenti che se lo fecero sfuggire

FoggiaToday è in caricamento