rotate-mobile
Cronaca

Evade dai domiciliari per andare a una festa: in carcere l’uomo che aggredì il vicepreside della ‘Murialdo’

L’uomo, in totale spregio della misura cautelare dei domiciliari, ha lasciato l’abitazione sin dalla mattina di ieri per partecipare a una festa di battesimo, in compagnia di noti pregiudicati

Nella giornata di ieri, la Polizia di Stato ha arrestato C. D., pregiudicato classe 1980, protagonista della recente aggressione al vice preside della scuola “Murialdo, per evasione in quanto inottemperante al regime degli arresti domiciliari.

L’uomo, in totale spregio della misura cautelare degli arresti domiciliari, si è allontanato dalla propria abitazione nella giornata di domenica, fin dalla mattina, come è stato accertato per ben tre volte dalla squadra volanti della Polizia di Stato che ha il compito di controllare le persone sottoposte alla suddetta misura.

Il malvivente ha ‘ben pensato’ di partecipare, unitamente ai parenti, ad una festa di battesimo in una struttura ricettiva di Foggia, in compagnia di noti pregiudicati, nei cui riguardi sarà analizzato dalla Divisione Anticrimine l’applicazione della misura di prevenzione della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno. Ad ulteriore riscontro della violazione la Squadra Mobile di Foggia ha provveduto ad acquisire un video su Facebook.

L’uomo è stato così condotto in carcere per il reato di evasione dagli arresti domiciliari.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Evade dai domiciliari per andare a una festa: in carcere l’uomo che aggredì il vicepreside della ‘Murialdo’

FoggiaToday è in caricamento