Eseguite donazioni di cellule staminali al ‘Riuniti’: “Tre ‘angeli’ sostenuti da famiglie eccezionali. Grazie"

Le donazioni sono state eseguite negli ultimi 20 giorni dal Centro donatori midollo osseo, a favore di pazienti afferenti a Centri trapianto esteri (Stati Uniti ed Europa). Dattoli: "Foggia ha una notevole sensibilità alla donazione"

Il team del Centro

Eseguite negli ultimi venti giorni dal Centro donatori midollo osseo, del Servizio di immunoematologia e trasfusione (Simt) del Policlinico Riuniti di Foggia, tre donazioni di cellule staminali ematopoietiche, a favore di pazienti afferenti a Centri trapianto esteri (Stati Uniti ed Europa).

Il Centro donatori di midollo osseo del Policlinico Riuniti di Foggia ha all’attivo trenta donazioni, di cui otto effettuate nell’ultimo anno in piena emergenza sanitaria da Covid-19, risultando tra i centri più attivi del Meridione. Il Centro, infatti, in collaborazione con le associazioni di volontariato del territorio e gli operatori del Centro trasfusionale di Foggia ha iscritto fino a questo momento al Registro Nazionale dei potenziali donatori di midollo osseo Ibmdr circa 3400 donatori.

Responsabile del Centro donatori di midollo osseo del Policlinico Riuniti è la dott.ssa Filomena Sportelli a cui va il merito, tra i tanti, di saper accompagnare, con professionalità, dedizione e cura, i ragazzi donatori nel delicato percorso che va dalla selezione alla donazione.

“Ringrazio i ragazzi, autentici ‘Angeli’ che, sostenuti da famiglie eccezionali, hanno donato per persone che non conosceranno mai, concedendo loro la speranza di poter uscire dal tunnel della malattia e di poter guarire”, dichiara la dott.ssa Filomena Sportelli. “Ringraziamo la direzione strategica del Policlinico Riuniti che è sempre molto attenta e vicina ai temi della solidarietà e alla donazione di midollo osseo e ha sempre sostenuto ogni iniziativa del Centro donatori midollo osseo”, ha continuato Sportelli.

“Un ringraziamento particolare va anche al dott. Giuseppe Fania e ai colleghi del Centro trasfusionale di ‘Casa Sollievo della Sofferenza’ e al dott. Angelo Michele Carella e alla sua équipe del Centro trapianti di ‘Casa Sollievo’ che, grazie alla loro elevata professionalità, rendono ogni donazione assolutamente sicura”.

“La provincia di Foggia ha una notevole sensibilità alla donazione, riconosciuto anche a livello nazionale”, ha chiosato il direttore generale del Policlinico Riuniti di Foggia, Vitangelo Dattoli. “Ringrazio, in particolare, tutti coloro che donano in totale anonimato, con la consapevolezza che questo traguardo sarà un ulteriore stimolo per successivi e importanti risultati nei mesi a venire”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolge e uccide 35enne, scappa ma telecamere e frammenti lo incastrano: arrestato per omicidio stradale

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • "Mamma come l'ho combinato". Tutte le vittime della violenta 'Società Foggiana': "Qui le estorsioni devi pagarle a noi"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Finisce in carcere l'uomo che ha investito e ucciso Vincenzo Maffeo. Aveva portato a riparare il mezzo da un carrozziere

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

Torna su
FoggiaToday è in caricamento